Holding Trevor: Bullismo, ecco come la società uccide i nostri figli

21 aprile 2012

Bullismo, ecco come la società uccide i nostri figli


Kenneth Weishuhn

Questo ragazzo quattordicenne dell'Iowa dopo aver dichiarato ai propri compagi di classe la propria omosessualità è stato oggetto di ingiurie, violenze psicologiche e persino anonime minacce di morte sul cellulare via sms e via internet.

Alla madre Jeannie aveva detto "Mamma, tu non sai come ci si sente ad essere odiati". Ma mostrarsi sofferente non ha migliorato le cose, anzi, è stato creato a suo nome un gruppo denigratorio sul social network Facebook, al quale sono stati invitati ad iscriversi tutti i contatti di Kenneth, ovvero i parenti, gli amici e i conoscenti che Kenneth aveva deciso di aggiungere alla propria lista contatti per condividere foto, stati d'animo e qualsiasi altra informazione avesse voluto.

Kenneth non ha retto il colpo e si è tolto la vita il 15 Aprile scorso.

"Era felice quando usciva con gli amici" racconta ora la mamma, "lo è stato finchè non si è voluto con loro confidare".

"Le persone che prima gli erano amiche, sono divenuti i suoi carnefici" dice la sorella a KTIV, "Molti si sono uniti al macabro gioco di distruggere la sua autostima, di farlo soffrire, altri semplicemente non hanno detto nulla".


Il bullismo omofobo ha ucciso di nuovo. I familiari del ragazzo porteranno con sè un dolore incolmabile ed i colpevoli, se avranno coscienza della propria responsabilità, non potranno placare il senso di colpa per il suicidio di un loro coetaneo.
Questa società che disprezza il diverso continua a mietere vittime.
Le cose possono e devono cambiare, spetta ad ognuno di noi trovare il modo giusto per farlo e metterlo in atto, nel proprio piccolo. Parlando, dicendo NO alle ingiustizie, alle violenze. Rispettando.

Lasciate un vostro commento, un vostro pensiero. Grazie.


148 commenti:

  1. E' così palesemente assurdo quello che è successo che è difficile lasciare un commento. Ci sono dei valori come il rispetto dell'altro che a me sembrano essere insiti nell'animo degli uomini giusti e vivo credendo che gli uomini giusti siano la maggioranza.
    Purtroppo evidentemente, sbaglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' difficile commentare questo ed è difficile commentare la nostra societa' che appare sempre piu' priva di un senso civico e rispetto per il prossimo. Sono un eterosessuale, ho sempre amato le donne ed il loro universo;
      ma ho sempre amato il rispetto dell'altro, senza nessun pregiudizio e distinzione. Gli stupidi creano azioni assurde e senza logica ed è proprio per questo che hanno un riscontro piu' forte.

      Elimina
    2. sono senza parole pensare che ancora oggi si possa arrivare ad uccidere una persona solo perchè diverso..
      dico sempre che l ignoranza è la peggior malattia mentale,
      io sono una donna di 44 anni omosessuale nella mia vita ho incontrato gente ignorante che pur se difficile ho cercato di ignorare e ho superato le loro critiche con orgoglio, devo spezzare una lancia nei confronti di quelle persone che si distinguono da questi esseri incapaci di capire, quelle persone che pur essendo etero quando capiscono che sei gay ti portano ancora di più rispetto perchè hai il coraggio difronte a questa società ancora malata di dichiarare il tuo essere senza pregiudizi e con coraggio e questa è una cosa che ti fa capire che non è tutto perduto chiedo alle persone etero che riescono a capire che anche noi omosessuali siamo uguali a voi che abbiamo sentimenti puri, rispettiamo tutti e abbiamo molta sensibilità,chiedo di lottare con noi chiedo di affondare queste persone che fanno del male sino a far suicidare un ragazzino di 15 anni un ragazzino che non ha mai fatto del male a nessuno era solo un ragazzino puro e sincero un angelo, le famiglie gli amici più stretti dovrebbero dare appoggio ai propri cari che hanno bisogno di un sostegno morale hanno bisogno di tanto affetto e amore x non sentirsi come ancora oggi veniamo chiamati.... DIVERSI!? ma che significa pensate bene a quello che dite il diverso è quello che vive nell ignoranza nell incapacità di rispettare nel incapacità di amre qualunque altro essere che non se stesso quello che vive con la cattiveria nel cuore , spero solo che possa succedere un miracolo che queste.. chiamiamole persone possano un giorno vedere al di là di se stessi e capire che prima di tutto bisogna rispettare gli altri essere umili e amare indiferentemente.. ADDIO KENNETH SEI UN ANGELO ORA SARAI FELICE TI MANDO UN BACIO CON AFFETTO ALESSANDRA .

      Elimina
    3. Non capisco cosa ci sia di male ad essere omosessuali!
      Molti miei Amici lo sono...e sono normalissimi!
      Le persone più Creative nei vari campi dell'Arte sono omosessuali..anche se per loro la Società ha uno sguardo diverso..li giustifica..solo perché hanno successo.
      Questi nostri fratelli hanno gli stessi Diritti al Rispetto di tutti!

      Elimina
    4. La gente che andrebbe insultata e denigrata è proprio quella che fa questo genere di cose, che campa di cattiverie...che razza di mondo quello in cui viviamo...
      Non è giusto che ad una persona venga negato il diritto di amare solo perchè è un modod differente da quello a cui questa gentaglia è abituata...

      Elimina
    5. Spero che si lavori tanto per farsì che le cose cambino e queste assurdità finiscano laddove nascono proprio nella radicazione della formazione umana e cioè il mondo scolastico... finchè l'erroneo modello machistico della società rimane insito inconsciamente nella coscienza delle istituzioni scolastiche che nonostante i messaggi positivi che vengono emessi ...casi come questo si ripeteranno costantemente...

      Elimina
    6. mha..... speriamo che tutto questo finisca ,non e' giusto che male fanno :-(

      Elimina
    7. mio figlio e' stato perseguito da bullismo omofobico per tutta la durata delle scuole elementari e anche delle medie,tanto da indurci a consultare una psicologa per un evidente disagio in classe,e a chiedere sostegno al team di sbulloniamoci...come madre trovo sia una sofferenza,ma credo mai pari a quella di chi subisce,ancor piu' se si trova ad affrontarlo nell'infanzia e nell'adolescenza...Trovo che il team di Marco Maggi,che lavora al progetto "Sbulloniamoci" da anni,sia in grado di lavorare molto bene,soprattutto con i ragazzi,rieducandoli alle relazioni,dando loro prospettive nuove per stare bene con i compagni...e' li' che si deve lavorare,a casa si puo' fare ben poco :-))

      Elimina
  2. Purtroppo in questa società:Il problema dell'umanità è che gli stupidi sono sicuri,mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.B.Russel

    RispondiElimina
  3. Io sono senza parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse quelli che l'hanno spinto al suicidio lo vedevano diverso. Si sono mai guardati tra loro? Ogni persona è un diverso ed è proprio questo che lo rende unico nel bene e nel male. Anche se una cosa non la comprendi non la devi offendere. Non capisco se è pura ignoranza, cattiveria gratuita, paura di quello che non si conosce, voglia di schiacciare il più debole, voglia di fare male perchè tu stesso stai male (magari per altri motivi). In ogni caso è orrendo quello che è successo. Solo le star possono permettersi di essere "diversamente normali"?

      Elimina
  4. so bene cosa ha passato, l'ho passato pure io... non son particolarmente effemminato, nè androgino, nè nulla... eppure il gay radar dei miei coetanei funzionò bene... iniziarono a scherzarmi, umiliarmi e chi più ne ha più ne metta! non ho mai pensato al suicidio, fondamentalmente ero abbastanza forte... ora, a 22 anni mi accorgo di portare i lividi di quel triste passato: ero un ragazzo estroverso, sicuro, solare... ora son ultra timido, insicuro, non riesco ad instaurare relazioni affettive e prendo ansiolitici. Ne valeva la pena? Mi han sempre insegnato che non si deve augurare il male, ed io non lo farò...spero solo che i loro figli passino quello che ho passato io, così che loro possan vedere cosa significa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mine89....
      Non so quanto posso esserti di aiuto e non è questo quello che voglio. Ma se ti fa piacere quando lo desideri ne possiamo parlare io e te e chissà magari dalle reciproche esperienze possiamo imparare.
      Quando vuoi ci sono.

      Un'abbraccio

      Elimina
    2. Ciao mine89,ti dó un suggerimento........fregatene di tutte quelle persone che non Ti apprezzano per quello che Sei ( un normale ragazzo ),e se hai la forza e la possibilità ,trasferisciti in un luogo dove nessuno ti conosce,così sarai Tu a selezionare nuove amicizie. Non si scappa,ma si cambia vita......quando un paio di pantaloni diventano "STRETTI" che si fa? Li cambi...... Io ho fatto così e sinceramente non me ne pento,anzi dove vivo adesso mi trovo stra bene. Auguri di una nuova vita.......Beppe.....

      Elimina
    3. Io non riesco assolutamtnte a capire perchè nel 2012 ci siano persone che si permettono di condannare una sessualità diversa dalla loro! E' paura del diverso? Si, l'uomo ha paura, perchè deve dimostrare di essere macho ma sa' che in ognuno di noi c'è una parte maschile ed una femminile; lui ha paura che prevalga quella maschile. Non a caso le donne omofobe sono molto meno e hanno molto tranquillamente amici omosessuali. Io ho un fratello omosessuale ma l'unico rammarico che ho è che non sarà mai pienamente felice ma soprattutto...non mi darà nipotini!! Per il resto è mio fratello di qualsiasi sesso sia. Stai sereno, vivi la tua vita perchè non fai male a nessuno e soprattutto sei libero come chiunque di percorrere la strada che preferisci. Un abbraccio!

      Elimina
    4. Mine89 fregatene di tutto e tutti.
      Vivi serenamente la tua sessualita', qualsiasi essa sia.
      E non preoccuparti che prima o poi troverai persone che ti vorranno bene per quello che sei e non per quello che la societa' vuole che tu sia.
      Testa alta ragazzo!!!

      Elimina
    5. sentire la tua storia oltre a quella agghiacciante appena letta, mi fa quasi vergognare di essere etero..è una banalità dirti che ti sono sinceramente vicina..ma te la dico ugualmente!

      Elimina
    6. Caro mine89, io non sono omosessuale, ma so perfettamente cosa si passa in questi casi, ho passato la mia vita scolastica a essere insultata e isolata dai miei compagni di classe solo perche' non ero come loro, ovvero una ragazzina che pensava solo ai vestiti e ai trucchi. E anche io ho fatto terapia e pago ancora oggi le conseguenze di quegli anni nel mio essere timida,poco socievole e poco volenterosa di conoscere gente nuova... Sono ferite che restano...

      Elimina
    7. Daniela Pulzone28 aprile 2012 10:02

      Mi addolora molto che ancora oggi siamo a parlare di questo... è vergognoso! Gli uomini dovrebbero amarsi e rispettarsi per le loro diversità che sono un arricchimento per tutti. Essere etero o omo che cosa sciocca da sottolineare... nessuno discrimina me perchè non mi piace il formaggio!!! L'amore è meraviglioso quando rispetta se stessi e gli altri, il sesso pure ed è espressione di ciò che è la nostro spirito! Vivetelo con gioia e fregatevene degli sciocchi.... sono così banali e dannosi!A chiunque soffre per queste cose, e ancora sono tanti purtroppo, mando il mio abbraccio di amica e il mio aiuto, sarò sempre pronta a lottare con voi se è necessario pur non avendo questo problema. Perchè lottare con voi per questo è lottare anche per me, per un mondo in cui vivere meglio e non vergognarsi mai di essere quel che si è!

      Elimina
  5. E' per questo motivo che Lucio Dalla non si è mai dichiarato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così però, è lasciare vincere certi idioti. Ma ci manca che io non possa essere ciò che sono, tanto più che non è niente di male, perché qualche imbecille allora mi prende di mira. Mostrarsi diversi da quello che si è non è MAI una risposta, che si parli di omosessualità o qualsiasi altro aspetto del proprio essere.

      Elimina
  6. Credo sia sempre la solita paura del "diverso da noi": se sei una persona sicura di te, la "diversità" non ti dovrebbe creare problemi, anzi ti potrebbe aiutare ad ampliare i tuoi orizzonti;
    ma se sei una persona insicura e senza carattere tale "diversità" ti crea ansia, paura e debolezza (che non ammetterai mai) e spesso il modo per affrontarla è allearti facendo gruppo con chi è insicuro come te e magari aggredendo, nei modi più subdoli, la persona "diversa" per sentirti di nuovo "forte"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai totalmente ragione...purtroppo quando si vive una condizione in cui sei "il diverso" della società è difficile vivere...solo se sei forte e se hai degli alleati accanto a te riuscirai a star meglio, ma mai si riuscirà ad essere totalmente felici. G\C

      Elimina
  7. E'assurdo che debano succedere cose del genere, non ci sono scusanti e spiegazioni. Siamo in una socità dove il diverso, di qualsiasi natura esso sia, e' contro la socità e cosi' viene visto. Nel mondo animale questo non avviene. La perdita di valori come la solidarietà, stanno scomparendo. Ma la dmanda fondamentale e' una sola "ma diverso da cosa?" chie e' che deciso cosa quale sia il "non diverso"?
    Povero ragazzo ed ora anche povera famiglia che ha perso la fortuna di veder crescere questo figliolo coraggioso che ha preferito uscire allo scoperto che vivere nellombra , come la maggior parte fa per manzanza di coraggio.
    Questo ragazzo e' un uomo forte, coraggioso da prendere da esempio e gli altri... non ti curar di loro ma guarda e passa.... poveri imbecilli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancanza di coraggio dici... chi decide di vivere nell'ombra la propria diversità è una persona vigliacca? Non penso proprio! piuttosto sono le "regole" imposte troppo spesso per bigottismo ad essere vigliacche, chi decide di vivere nell'ombra lo fa perché non si sente pronto-a ad affrontare i mille pericoli insiti nella "diversità", fingendo di essere "uguale" va tutto bene, tutto fila liscio ma se si decide di sollevare il velo i risultati sono sempre disastrosi, hai voglia a dire fregatene! la vita del diverso è un inferno! a meno che non fa politica...

      Elimina
  8. scusate gli errori di typo, ma ho scirtto senza rileggere... talmente ero inc..ata

    RispondiElimina
  9. l'ignoranza e la stupidità si alimentano a vicenda! tutto ciò che è diverso da quello che è considerato "normale" spaventa e rende aggressivi! Spaventa l'intolleranza e l'omofobia. Ogni giorno avvengono episodi di violenza verso gli omosessuali ma se ne parla solo quando l'aggressione porta alla morte! Chi potrà consolare questa famiglia adesso? Le parole non servonpo ma forse farà bene sapere che esiste una maggioranza che non ha paura di ciò che la morale comune considera "diverso"!!

    RispondiElimina
  10. l'uomo progredisce nella tecnologia..ma ogni volta che rinasce...non porta con se se nulla delle esperienze passate! Parliamo di uguaglianza..tolleranza..ma non sappiamo neppure il significato! Ci ipermettiamo di giudicare gli altri...senza accettare di venir giudicati: Con la nostra insensibilità uccidiamo chi secondo noi non è all'altezza...vergognosamente i genitori insegnano ai figli l'intolleranza nei confronti di tutti quelli che non ci piacciono..siano essi malati... di altro colore...di altre tendenze sessuali...non ricchi...non vincenti..non furbi...non belli...di chi ci ruba il lavoro..non parla la nostra lingua...di altro orientamento politico...calcistico...religioso..... e i Social network non aiutano certo...sono gli strumenti più potenti per esaltare o distruggere...chiunque può sparare a zero su chiunque...protetto dallo schermo..io sono su FB..ma odio alcuni modi in cui viene utilizzato...certi post violenti...pieni di rabbia o sarcasmo...o derisione..nei confronti di qualcuno che neanche conosci...così...solo per sfogare la rabbia che abbiamo dentro...è una cosa che mi fa male al cuore!

    RispondiElimina
  11. non si può commentare, commettiamo tutti omicidi ogni volta che odiamo, bestemmiamo, critichiamo, giudichiamo, confrontiamo, competiamo...è difficile non essere fraintesa in questa mia affermazione, ma siamo tutti assassini! facciamo le missioni in africa e non ci rendiamo conto che lafrica è povera per colpa nostra! facciamo le giornate della terra a pulire le riserve naturali, e poi ci accendiamo una sigaretta e ci imbrattiamo i polmoni...non cè commento, non cè giudizio, propongo solo un invito alla meditazione, alla riflessione e alla lettura di questo libro che se diffuso cambierà la storia dellumanità:http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__prima_ferita.php

    RispondiElimina
  12. quanto è avvenuto è davvero tristissiamo, tristissimo che le persone non siano sicure delle proprie amicizie, io sono fortunatissimo tutti amici eterosessuali e tutti che mi donano appoggio morale sempre anche pronti a difendermi in caso di maltrattamento, famiglia fantastica al pari dei miei amici, sono davvero fortunato e mi spiace che un ragazzo che ha il coraggio di affrontare gli amici a dire che è gay, venga, non solo rifiutato ma perseguito dagli stessi pseudo amici che vergogna......

    RispondiElimina
  13. Che vergogna, che schifo, non ci sono parole, il ragazzo era chiaramente fragile, ma data la giovane età... beh. assurdo che nessuno abbia fatto nulla prima della tragedia.

    RispondiElimina
  14. Si devono solo vergognare di fronte a tutto questo, mi auguro che adesso avranno finito di ridere. Maledetti bastardi, mi piacerebbe prenderli uno ad uno e dargli un sacco di botte! In gruppo si sentono forti ma singolarmente non sono nessuno.
    Queste umiliazioni le ho passate pure io, mi hanno insultato a parolacce, brutto frocio, frocio di m. e tanti altri insulti e una volta un 14 enne mi ha tirato addosso una palla da biliardo sul ginocchio ma se mi avesse preso in faccia sarebbe successo qualcosa di molto più grave

    RispondiElimina
  15. Mi vergogno incredibilmente della societa quando sento queste cose ….
    Nn ho parole !!!
    E a pensare che gli uomini uccidono le “bestie” perche sono ritenute inferiori …
    Ma si sbagliano le “bestie” hanno un cuore al contrario degli uomini … e dovrebbero essere uccisi essi !!!

    RispondiElimina
  16. Non ci sono parole per descrivere come possono ancora succedere certe cose,io penso, che genitori possono essere a lasciare che il figlio venga trattato così,senza prenderne le difese,lasciandolo morire a poco a poco fino all'auto distruzione di se stesso,sentimenti buttati nel fango dell'omofobia,dell'ignoranza di chi ha paura di quello che non conosce e quindi addita,denigra,sentendosi così al riparo da certe cose.
    Scusatemi ma sono veramente molto addolorato,non è giusto aveva una vita intera davanti a se,bestie solo questo dico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo i genitori non sanno nulla molto spesso, la vergogna di raccontare quello che succede e' troppo grande...

      Elimina
  17. Poverino questo ragazzo ma i ragazzi devono andare in manicomio per imparare di non usare le violenze! Perrchè nessuno lascia in pace? E non lo lascia la sua vita in pace? Dove c'è di male se è gay? Deve seguire il suo cuore e basta! Gesù diceva ama il suo prossimo. E basta. Ricordatevi che in alto cioè in cielo non ama le violenze! Ma ci ama tutti! Purtroppo la gente qui in mondo è veramente ignorante! Dice spesso ke non riesce a capire degli omo ma cosa vuole capire? Basta seguire il cuore e scegliere la vita punto e basta! Odio la gente come Hitler! Scusate.

    RispondiElimina
  18. " Quando una vita si spezza difronte all'ignoranza, non è solo il singolo ne il branco a esserne colpevole, ma l'intera umanità ".

    GG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido in pieno il tuo pensiero !

      Elimina
    2. Grazie Angelica, mi fa piacere che ci siano altre persone che riescono ad andare oltre le parole!

      Elimina
  19. E' veramente assurdo che utt'oggi accadano ancora queste cose....l'ho vissuto sula mia pelle per tantissimo tempo, dalle elementari fino alle superiori, ma trovo veramente assurdo che nel 2012 ancora si possa essere cosi.....
    Bisogna imparare che nella vita siamo tutti uguali e disprezzare una persona solo perche' e' gay o trans fa veramente schifo........
    Non e' obbligatorio accettare l'omosessualita' ma neanche demigrarla..... Facciamoci forza fra tutti noi e con le persone che non sono come noi ma ci amano comunque

    RispondiElimina
  20. Che assurdità! E' veramente allucinante che ancora oggi possano verificarsi eventi del genere! Ma nessuno ha insegnato loro il rispetto e l'educazione? nessuno li ha seguiti nel loro cammino, senza nemmeno accorgersi che si stavano perdendo? Queste tragedie toccano tutti, non riguarda solo un omosessuale, ma riguarda tutti noi. Finchè non sentiamo sulla nostra guancia ogni schiaffo dato a qualsiasi uomo, non potremmo renderci giustizia! E non parlo di violenza ovviamente, ma di giustizia. Sono profondamente colpito e dispiaciuto per questo povero ragazzo. Gli mando un abbraccio...sperando che senta che non avremmo mai voluto lasciarlo solo.

    RispondiElimina
  21. Sembra di assistere all'estinzione dei dinosauri. L'umanità forse ha fatto il suo tempo; società compulsivamente conformiste fino al macchiettismo, masse nutrite dalle peggio predicazioni e auto-consumismo, repressione e veleni di ogni tipo al potere. No, non sono ne apocalittico ne integrato, ne mono ne bi ne tri sessuale. Sono forte e giovane, non mi arrendo e mi adatto come l'acqua e non farò certo l'eremita, tutti i sensi all'erta a lottare contro i pregiudizi della coscienza e i venti di brutalità che spazzano le nostre piazze, case, strade, mari (APRIRE GLI OCCHI! questo nostro mondo non'è l'ikea).
    Ma non si può evitare di registrare i segni del declino.
    Non dimenticheremo, restiamo umani, dialoghiamo, per esempio, nelle strade, ecc ecc ecc.
    Ciao Kenneth,
    Andrea

    RispondiElimina
  22. IO CREDO SOLO CHE UN CERTO TIPO DI COMPORTAMENTO (BULLISMO E PREGIUDIZIO)SIA EREDITATO DAI GENITORI, QUELLE PERSONE "ADULTE" CHE QUANDO PASSA UN UOMO GAY FA QUELLO STUPIDO SORRISINO E COMMENTA CON QUALCHE VOLGARITA', COME SE LORO "NORMALI" FOSSERO PURI E SENZA ISTINTI,,,VERGOGNA! VERGOGNATEVI TUTTI!!! APRITE QUEI VOSTRI CERVELLINI MA SOPRATTUTTO IMPARATE AD AMARE COME DIO VI AMA NONOSTANTE LA VOSTRA DEMENZA!!!

    RispondiElimina
  23. mi rendo sempre più conto che fortuna ho avuto essere cresciuta nel microcosmo che era il mondo hippy-artista-alternativo degli anni '70. GENTE! l'essere diverso da quelle persone mischine, chiuse e auto-convinte "normale" è UN PREGIO!!!
    Siate ORGOGLIOSI di dare colora, calore e spessore al loro mondo che sarebbe di cartone grigio, secco e amaro, senza di noi!
    Noi siamo gli arcobaleni, e loro tutti daltonici: non vuol dire che non esistiamo o che non diamo un regalo bellisimo al mondo, anche se loro non sono in grado di percepire la nostra bellezza. Loro dovrebbero essere compatiti, poveretti, perchè mancano la sensibilità che abbiamo noi. NON GLI DIAMO IL POTERE DI FARCI SENTIRE MALE!!!
    EVVIVA GLI ARCOBALENI!!!

    RispondiElimina
  24. Non ci sono parole..nel 2012 esistono ancora questi pensieri.
    Che tristezza e che schifo!!

    RispondiElimina
  25. purtroppo al mondo c sn tante persone vigliacche e frustrate che nn sanno come impiegare il loro tempo e sentono la necessità di prendere di mira le persone più sensibili o che vivono una situazione delicata, e tutto questo per sentirsi migliori o più forti, quando invece potrebbero concentrarsi su se stessi e lasciare in pace gli altri

    RispondiElimina
  26. Non sono meritevoli neanche di essere considerati animali... qualsiasi essere su questo pianeta (a parte l'uomo) voi prendiate non sarà mai colpito dall'idea di "razzismo", non avrà mai l'ispirazione di praticare del "bullismo", non ucciderà mai per divertimento. La cosa che mi angoscia di più è sentire parlare le giustificazioni di quei ragazzetti e quelle dei pappòni delle massime istituzioni religiose. Terrorismo. Ragazzetti allevati ad odiare. Genitori che scaricano responsabilità al politico di turno e rincoglioniscono al televisore. Preti che insegnano quale orrore sia "amare"!!! Scuole dove il professore si chiude dietro i programmi ministeriali per non lottare constro l'ignoranza. Ecco come nascono ragazzetti più feroci di psicotici assassini. Ecco lì la nostra più grande colpa. Il nostro cancro più inguaribile ce lo siamo cercato da soli. Siamo tutti colpevoli. Con basta mettere un commentino qui... bada bene! Lo metto anch'io! Ci mancherebbe! Ma ognuno di noi dovrebbe cominciare a darSi una nuova educazione per essere d'esempio. Facile stare davanti ad un pc a battere la lacrimuccia. Tutto virtuale. Niente ti tocca. Ma un ragazzino è morto DAVVERO. Togliete il cellulare ai vostri figli. Spengete i televisori, anzi, troncateli in due. Tanto raccontano solo menzogne. Cercate il vero. La verità fa più male, ma guarisce. Il falso è marciume che sporca l'anima... e non guarisci più.
    Mi spiace tanto per Kennoth. Ma spero non sia l'ennesima vittima che verrà discolta pian piano nel mare di oblio che pervade questa società... SVEGLIATEVI gente! Svegliamoci!

    RispondiElimina
  27. Io vivo e lascio vivere,ognuno ama come vuole.
    È importante laciare che il mondo esprima il suo amore.
    Ed é importante che finisca la discriminazione e l'odio in generale.
    Tanto di persone infelici che giudicano è pieno il mondo.
    Se sei bello,ti tirano le pietre,se sei brutto ti tirano le pietre....

    RispondiElimina
  28. loro ridono di te perchè sei diverso, tu ridi di loro perchè sono tutti uguali. Vorrei averti avuto come amico e protetto con tutto l amore che ti sicuramente ti meritavi. -A-

    RispondiElimina
  29. ma per favore....omosessuale = malattia mentale altro che amore e tutto il resto..quelle sono delle persone malate che vanno fatte curare dai psichiatri....

    RispondiElimina
  30. mi dispiace moltissimo e non ci sono parole di fronte alla morte sopratutto se colpisce un ragazzino fragile e sensibile. Educhiamo i ns figli alla tolleranza e invogliamoli a cobattere contro le ingiustizie contro i piu' deboli.
    Essere normali non vuole dire nulla : la normalità ha diversi volti, non esiste un modello assoluto ne ci deve essere...
    riposa in pace piccolo uomo, possa tu ritrovare il calore degli affetti e il sorriso degli amici, ma di quelli veri!

    RispondiElimina
  31. E' molto triste leggere oggi che ancora esistono persone che hanno una mentalita' rimasta al periodo del Medio Evo, a pagarne le conseguenze sono sempre i piu' deboli, purtroppo molti rimarranno per sempre con quelle idee nonostante il mondo intellettualmente si sia evoluto e questo e' il piu' grosso male, l'unica consolazione e' quella di sapere che, diversamente da prima, sono in aumento le persone che hanno cuore, umanita' e rispetto degli esseri viventi.
    Un abbraccio alla Famiglia di Kenneth
    Cristina

    RispondiElimina
  32. col cuore siamo tutti vicini alla famiglia kenneth.......probabilmente il povero ragazzo non ha potuto esternare a pieni polmoni i problemi che gli hanno creato sti bastardi.....negli anni 80 quando stavo emergendo nel mio vero mondo ho avuto tantissimi problemi.il mio essere gay usciva senza che io me ne accorgessi..perche' la natuta mi ha voluto cosi' molto femminile....ecco che Weishuhm sentedosi burlato ,befeggiato etichettato da una societa' falsa e omofoba ha voluto finire la sia vita per dire basta......il "Signore"......non accetta tutto questo.....chi ha sbagliato adesso la paghera' ......sono stato oggetto di scherno tra i parenti di mia madre.....oggi le stesse persone piangono perche' il fratello minore gay per eccellenza si e' operato .......a catania si dice"cu sputa in cielo nfacci torna".....la mia filosofia di vita invece e':come tu grandissimo bastardo puoi vedere le mie spalle io stesso posso vedere le tue con tutti i problemi di vita che potresti avere........ricordate sempre che la maggior parte dei casi sparla colui il quale e' avvolto nei problemi esistenziali....e la sera va a cercare il gay di turno magari per farlo abbassare......bastardi,bastardi....guardate in faccia la realta' e rivolgetevi al signore.....bastardi.......

    RispondiElimina
  33. Questo odio, questa intolleranza cieca verso la "diversità" (da cosa poi?) deve avere fine! Finché i genitori non educheranno i figli e li tireranno sù con latte in polvere, videogiochi e TV che si può pretendere? Sono dell'idea che questo vuoto immenso che genera odio e distruzione affondi SEMPRE le proprie radici nelle famiglie. Famiglie snaturate, genitori che fanno figli solo perché li fanno gli altri, per cieco egoismo che non tramettono nulla perché loro stessi sono sacchi vuoti, persone senza valori. Svegliatevi, fate meno i fighetti in giro, insegnate ai bambini i valori veri e parlate con loro invece di dar loro la merendina davanti alla televisione!!!!!

    RispondiElimina
  34. A volte mi sembra di vivere in una realtà parallela. Appartengo a una famiglia del sud fin troppo aperta e liberale (per fortuna) ed ogni volta che sento di questi tragici avvenimenti è come se mi si trascinasse a forza in un mondo che non sento vicino al mio essere. Mi pare assurdo che oggi possano accadere queste cose ma poi mi ricordo quando da piccola mi prendevano in giro per il mio corpo (ero grassa), quando alle medie mi prendevano in giro per come mi vestivo, alle superiori su chi amavo... alla fine non importava il perché delle ingiurie. Ero da sola e facile da calpestare... o almeno così pensava chi ha provato a ferirmi. La natura umana è quanto di più maligno ci possa essere. E' facile cadere nel vortice della violenza perché è molto più semplice lanciare un sasso da una distanza di sicurezza che proteggere un altra persona dallo stesso sasso. Ci si preoccupa tanto del pensiero di persone che non hanno nessun controllo nella nostra vita che viviamo per essere accettati a qualsiasi costo. Io, personalmente mi sono rotta e non voglio la benedizione di nessuno. Avrei voluto che questo povero ragazzo fosse stato più fortunato e che i suoi compagni fossero stati meno idioti e leggeri nelle loro azioni. Una cosa è certa, gli rimarrà tutto sulla coscienza.
    Ci vuole più informazione e sopratutto bisogna sfatare molti cliché sull'omosessualità.

    RispondiElimina
  35. lasciare un commento per una persona che non c'è piu' e che si è tolto la vita solo perche' non è stato accettato da un branco di idioti ignoranti fa stare male nel piu' profondo. Spero solo che queste persone abbiamo un tornaconto nella vita pagando salatamente e che questo povero ragazzo sia in un posto migliore del nostro dove puo' essere amato per cio' che è , uno di noi...come tanti! ♥

    RispondiElimina
  36. Alcune volte si pensa che siano le botte, i calci nello stomaco, ma niente ti ferisce più delle parole, soprattutto se dette con uno sguardo in cui riesci a carpirne a pieno il significato. Le occhiate, i gesti, i discorsi nell'orecchio e le risatine, un'insieme di fatti che purtroppo ti arrivano dritto a cuore e lo attorcigliano stretto, fino a soffocarlo.
    Perchè io mi domando? Perchè siamo così crudeli? Perchè non riusciamo a vivere la nostra vita con il perenne bisogno di fare commenti denigratori verso chi, purtroppo, ha avuto il coraggio di esprimersi, di essere libero e di uscire allo scoperto? Non capisco perchè la parola "omosessuale" equivale a "malato di testa". Eppure cosa fanno di diverso da noi? Ci preoccupiamo delle persone sbagliate. Fuori di casa, ma anche dentro, si verificano ogni anno ogni genere di malefatte, omicidi, stupri, rapine e noi ci preoccupiamo di loro, quando invece sono altre le cose a cui pensare nella vita. La parola "amore" ha diversi significati, alcuni la attribuiscono anche per cose di poco valore, ma chi ha capito realmente il significato, sa di cosa parlo. E' quel sentimento che ti fa accettare tutti indipendentemente dal sesso, dall'orientamento sessuale e dall'aspetto fisico. Chi sa veramente amare qualcun'altro allora ha veramente colto il significato della vita.

    RispondiElimina
  37. Povero ragazzo,anzi nel rispetto del suo essere forse dovrei concedergli,almeno ora il legittimo desiderio di essere chiamata al femminile.
    Non si giudicano le persone dalle loro scelte sessuali,o dettate dalla natura; le persone si giudicano per l'amore che hanno per la vita,il mondo,i propri simili...ammesso che qualcuno possa arrogarsi il diritto d giudicare un suo simile...
    Ma del resto se neppure il papa,il portavoce di dio in terra accetta l'omosessualita' come una cosa naturale e non una malattia o una perversione,neppure la chiesa x cui tutti,indiscriminatamente dovremmo essere figl di dio;cosa ci si puo' aspettare da degli adolescenti che spesso sono in cerca del piu' debole del gruppo x denigrarlo e rendergli la vita un'inferno? Non so' cosa ci sia,se ci sia qsa dopo la morte,cara ,dolce creatura ,spero solo che tu ora sia in un posto dove potrai essere te stessa senza soffrire ....

    RispondiElimina
  38. anno 2012 e leggiamo di certe cose ma x mè queste cose nn sono civilta e finke ci saranno persone ke discriminano un ragazzo a x la loro scelta sia questa sessuale religiosa politica o semplicemente di vita nn potremmo mai kiamarci civili

    RispondiElimina
  39. Non è possibile!!!! Siamo nel 2012 non al tempo in cui bruciavano le streghe!!!
    Mondo arrogante, egoista, che pensa di avere la verità in tasca e pensa di poter giudicare sulla vita degli altri!!!!!!!!!!!!!!!!
    Basta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. quelli che ti criticano soono quelli che ti vogliono diverso perchè vedono in te quello che loro ..... non saranno mai !!! e questo comprende anche la forza ed il coraggio di pagare con la vita per aver voluto essere se stessi.

    RispondiElimina
  41. O mio Dio povero ragazzo, non ci posso credere ancora, co sta omofobia non la smettono e guarda a che gesto l'hanno portato. No proprio no non devono succedere, non aggiungo altro per queste persone indegne di esitere.

    RispondiElimina
  42. Questa è la dimostrazione che più andiamo avanti e più peggioriamo..viviamo in un mondo assurdo, ma certe persone non si mettono nemmeno vergogna di prendere in giro persone che si mostrano diverse da loro? Ma che diritto anno? Spero che la coscienza, sempre se ne hanno una, li tormenti per sempre..CHE SCHIFO -.-''
    R.I.P. <3

    RispondiElimina
  43. Giudicare dall'esterno è troppo semplice, per Kenneth ormai è trardi, il gesto estremo è compiuto, ma per chi si trovasse nella sua condizione non deve mollare, per quanto la vita possa essere terribile e per quanto la gente si mostri cattiva, insulsa e insensibile, non è così grave come farla finita per sempre...pensate ai vostri cari a chi vi ama nonostante tutto!!! Pensate che dopo tanti sacrifici avrete avanti una vita meravigliosa da trascorrere senza freni e senza pesi sullo stomaco!!! Ciao Kenneth piccolo angelo volato via troppo presto!!!

    RispondiElimina
  44. purtroppo siamo circondati dalla violenza, l'uomo é nato violento e morirà violento, sembra addirittura che le persone cattive campino di più di quelle buone ... e spesso il male vince sul bene ... Da madre posso solo dare un consiglio ai figli: se avete la possibilità di parlare con vostra madre di qualsiasi cosa che vi rende la vita difficile, di disagi e di sofferenze fatelo sempre, non tenete dentro le cose, perché chi più di una madre é disponibile ad aiutare il proprio figlio, magari non é sufficiente, però per quanto mi riguarda é sempre stato ed é un appoggio morale molto utile.

    RispondiElimina
  45. Povero ragazzo la società ormai uccide tutti e non solo gli omosessuali ma anche le persone grasse e quelle semplicemente diverse.

    RispondiElimina
  46. Sono talmente disgustata, schifata, nauseata da questa omofobia becera, crudele fino allo spasimo che quando ho letto questa storia agghiacciante e straziante, mi si è rotto dentro qualcosa! In questo momento oltre che un immenso dolore provo anche un odio feroce per questa genia che si trova tanta anche nel mio paese retrogrado che è l'Italia : veri rifiuti tossici che andrebbero loro banditi dalla società. purtroppo non riesco a essere controllata. auguro a loro, ai politicanti e sopratutto alle chiese cristiane (e non solo) tutto il male possibile, perchè sperare che gli smuova la coscienza è un'ingenuità. Qualcuno avrà pure brindato!

    RispondiElimina
  47. Una vittima innocente e coraggiosa che non meritava questa fine.Un vero peccato che non si riesca ancora a riconoscere la liberta' personale di ogni individuo. Il modo di essere di ognuno di noi e' una libera scelta che nessuno ha diritto di giudicare

    RispondiElimina
  48. Non riesco a commentare ho un nodo alla gola ,e, il dolore è forte davanti a tanta idiozia a esseri ignobili e frustrati incapaci di riuscire a vivere la propria vita distruggendo quella degli altri.Mi chiedo per quanto ancora persone come Kenneth dovranno essere perseguitati e pagare a caro prezzo la vita solo perche' volevano essere stessi.Spero che un giorno sia fatta giustizia per tutte le discriminazioni del mondo. Caro Kenneth spero che tu sia in un posto migliore di questo e tu possa essere felice R.I.P.

    RispondiElimina
  49. Purtroppo siamo circondati da ogni tipo di miseria, l'atteggiamento discriminatorio è uno tra mille.
    Mi consolo solo pensando che esiste una giustizia divina che non ha limiti. La legge di causa ed effetto è implacabile come la legge di gravità. Così un giorno un mio carissimo amico gay mi disse: sai che ieri ho avuto un incontro amoroso con il figlio di Pomodoro? pensa, si chiama Bruto! e abbiamo riso... La soddisfazione sta nel fatto che il padre di Bruto ha sempre giudicato e criticato alacremente suo fratello perché gay, e si è ritrovato un figlio anche lui gay. :) Capirà qualcosa?

    RispondiElimina
  50. Sino a quando nella nostra società (e parlo in particolar modo di quella italiana, ma non fa la differenza) ci saranno vescovi e preti che pensano ancora che l'omosessualità sia una malattia o ancor di più una piaga cociale da debellare; sino a quando permetteremo a uomini come Giovanardi di blaterare assurdità sull'omosessualità...una delle vere piaghe di questa società (l'omofobia) non potrà mai essere debellata. Ho purtroppo conosciuto tante storie come quella qui raccontata e sono troppe, sono un enormità (anche se fossero solo due). Il mio pensiero va a Kenneth ma anche alla miriade di ragazzi che patiscono la sua stessa sofferenza e che rinchiusi nel loro dolore non trovano nessuno che li aiuti, che li sostenga. A questi dico: apritevi, c'è tanta brava gente al modo che può farvi tornare il sorriso

    RispondiElimina
  51. Cosa c'è da dire se non che l'uomo è la bestia più feroce che esista sul nostro pianeta!
    Mi spiace tanto la società non dovrebbe permettere questi reati!!

    RispondiElimina
  52. è troppo triste, perchè una person anon può essere accettata semplicemente per quel che è? anche se questo ragazzo era omosessuale cosa aveva fatto di male? voleva solo essere amato e accettato, invece lo hanno condannato a morte perchè non riuscivano a vedere come era davvero.

    RispondiElimina
  53. Provate a pensare per un attimo....
    Il 90% dei commenti posti fino adesso per il tema spinoso in questione sono a indirizzo anonimo.

    Comprendo le motivazioni, state tranquilli, ma ciò evidenzia quanto difficoltoso sia essere liberi, coerenti, e capaci fautori del proprio destino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo avevo notato e fatto la medesima riflessione ma, le scelte per "firmarsi" sono anonimo e assurdità varie almeno per me
      Marina Sarti, forse tanti anonimi hanno trovato la stessa difficoltà?

      Elimina
    2. Si infatti nella mia esposizione ho scritto che comprendo le motivazioni, nel senso che ne sono consapevole...

      Ma dietro a quanto detto si nascondono difficoltà personali e diverse e tutte rispettose dell'anonimato...

      Però se mi metto nella parte di chi non anonimo chiede aiuto, l'effetto din parole dette da " nessuno" hanno un'effetto decisamente diverso, non credi carissima Marina?

      Elimina
    3. cinzia caldarola29 aprile 2012 10:45

      Mettere il proprio nome è cognome vuol dire già cambiare qualcosa in questa società.

      Spero che questi fatti non succedano più, spero vivamente che ognuno di noi possa cambiare nel suo piccolo mondo qualcosa...

      Elimina
  54. Un tempo esistevano dei valori,,rispetto,umiltà,compassione...oggi questo schifo di mondo proietta dentro gli occhi dei nostri ragazzi una realtà distaccata da tutti questi buoni ideali..Troppe sono le cose che succedono...oggi il popolo è insito nella rabbia,nel razzismo,nella discriminazione sessuale.Ciò che ancora non riesce a capire è che questi sentimenti portano inevitabilmente ad una grande guerra.Siamo nel 2012 e le cose ancora non sono cambiate..quindi io chiedo a tutte quelle persone che credono nel bene,il bene quello del cuore a cuore di insegnare ai nostri ragazzi che amare in modo libero non uccide nessuno e che l'odio delle persone è un enorme mancanza di felicità.Solo chi non è felice prova odio e rabbia nei confronti di persone sensibilmente gioiose.Un altro angelo è riuscito ad esternare ciò che aveva nel cuore:Amore. Questo è un reato???

    RispondiElimina
  55. laziotop@hotmail.it24 aprile 2012 13:02

    prima ancor di imparare a leggere e scrivere , prima ancor di decidere, nati per caso in un mondo che non a caso abbiamo distrutto, chi siamo e quale sia il giusto e quale il disgusto, dovremmo imparare ad ascoltare cuore e testa , rispettare cuore e testa. solo rispettando il nostro rispetteremo quello dei nostri simili. povero figlio non rispettato :(.

    RispondiElimina
  56. Cara mamma e cara sorella, vorremo i nomi dei carnefici in modo che tutto il mondo di facebook faccia provare loro lo stesso sentimento che hanno provato loro per questo ragazzo!!!

    RispondiElimina
  57. non si deve morire per la malvagità altrui in nessun caso. E' una notizia tristissima

    RispondiElimina
  58. Mi dispiace molto...un ragazzo così pieno di vita....in genere succedono attacchi da parte di coetanei perchè in questi nasce il dubbio di poterlo essere anche loro o addirittura essercene qualcuno ben nascosto ormai nel mondo gay si sa che i veri nemici degli omosessuali sono gli stessi omosessuali che non accettano se stessi e gli altri che lo esprimono e si liberano .Purtroppo siamo dentro un fatto triste e drammatico scaturito dalla sfortuna che questo ragazzo si è trovato circondato di molti giovani gay maledetti e repressi

    RispondiElimina
  59. Inconcepibile....la paura del diverso e l'ignoranza sono delle brutte bestie! Riposa in pace Kenneth.

    RispondiElimina
  60. mi fate veramente schifo uomini etero di merda... fate pena..siete maiali e voi e non volete accettare l omosessualità ma cosa cazzo volete x kaso dovete andare voi con maschi ? no! allora non scassate i coglioni. La gente non può uccidersi x colpa vostra avete rotto le palle ma fatevi una vita e non rompete l emerito cazzo coglioni rotti in culo veramente guarda, un ragazzo bravo e bello così che si uccide x un paio di cretini, mi dispiace troppo!!!!!!!!!!!!!! non doveva andare così!!!!!!!!!!!!!!!!! un bacio e un pensiero x lui.....♥

    RispondiElimina
  61. e se fosse mio figlio? sarei dalla sua parte. chiaro come il sole! mi vergognerei se fossi la madre di quelli che gli hanno usato violenze. sarei una fallita come madre, in ogni senso.

    RispondiElimina
  62. i ragazzini senza una famiglia nel cuore possono essere delle vere carogne, quando sentono la debolezza di uno del "branco"... che pena, e che fallimento per i genitori dei "bulli"....

    RispondiElimina
  63. provo tanta vergongna per questa ignoranza che ci circonda...

    RispondiElimina
  64. Ma si può essere più stupidi? Io ho avuto diversi amici omosessuali, sia uomini che donne, e mi sono sempre trovata benissimo. Mi dispiace che molti me li sono persi per strada nel corso della mia esistenza. E per quanto mi riguarda lascio anche il mio nome e cognome, perchè se dovessi vergognarmi di questo allora mi sa che i miei genitori, invece di concepirmi, facevano meglio ad andare al cinema. Tarlini Irene, 1965, Prato

    RispondiElimina
  65. Ho vissuto la stessa esperienza 30 anni fa, non so come ho fatto a superare, sopportare tutto ciò, ma qualcosa mi ha aiutato, dentro di me, a nn mollare il colpo. Ora 40 enne vengo contattato dagli stessi personaggi che mi denigravano, insultavano e minacciavano (fino a mettermi le mani addosso) per avere "contatti" fisici con loro, mi chiedono sex........sono sposati con figli e un grande vuoto dentro di loro!!! Io non sono qui per colmarlo!!! Un pensiero a questo ragazzo, ma sopratutto ai suoi "amici" che con pochezza nel cuore hanno determinato purtoppo ciò che conosciamo.

    RispondiElimina
  66. Dal sito "Il Viaggio dell'Anima" www.abbattista-santolo.com
    ) Molti Spiriti, durante le loro molteplici reincarnazioni, hanno perduto la loro metà maschile o femminile, perché, il loro Partner Spirituale, dando retta alle lusinghe di Satana macchiandosi di gravi colpe, è incorso, nella morte eterna. Durante la incarnazione, agli Spiriti singoli sopravvissuti non gli sarà concesso di accoppiarsi con la metà di nessun altro, il suo Spirito evolverà sotto le spoglie di esseri omosessuali. Inutile risulterà l'accoppiarsi tra loro, il loro accoppiamento non darà frutti. Talvolta ignorando la loro reale natura, coloro che li frequentano, non li comprendono, parecchi, li derideranno, altri li insulteranno ed alcuni purtroppo giungeranno a non essere compresi persino da coloro che li hanno generati "dai genitori". Ma il Signore è stato ancora una volta generoso, per rendere meno dolorosa la loro evoluzione Egli, ha fatto sì che, le esperienze vissute dalla loro metà ormai perduta per sempre, vivesse in loro, per cui costoro saranno dei superdotati d'intelletto, infatti: possiedono, orgoglio eintelligenza maschile e; la tenerezza, la sensibilità, la furberia, e l'intuito, femminile. Molto spesso vivono nel riserbo più assoluto ma , negli ultimi tempi sono usciti allo scoperto e per questo molti sono riconoscibili dal loro comportamento. Molti di loro durante la mia mostra personale a Rma, in Via del Corso 45, nel 2002; con le lacrime agli occhi mi ringraziarono per aver finalmente svelato la causa della loro diversità. Nel doloroso caso del caro Kemmeth, la sofferenza subita ha purificato la sua anima,e, gli è stata ridata da Dio la sua parte femminile, per finalmente vivere felice, in Paradiso

    RispondiElimina
  67. Io ho 14 anni. E capisco molte più cose di quante persone più grandi me ne capiscano! Io non sono mai stata contro i gay, le persone di un colore diverso dal mio, persone con problemi fisici o psicologici. Io ho sempre cercato di aiutare queste persone stangogli vicino, ma capitemi ho solo 14 anni! Vorrei cambiare il mondo, rendere felici le persone che soffrono. La cosa che più mi da fastidio è il bullissimo. Non si deve mai arrivare alle mani, alle botte. Non capisco veramente come queste persone possano dormire la notte sapendo che un ragazzo, un angelo adesso non vive più per colpa loro.
    Io non capisco, non capisco veramente le persone contro i gay. Che hanno di diverso da me? Solo che io amo l'altro sesso e loro amano il loro? Io la trovo una cosa speciale, che molte persone stupide non capiscono. Io credo che sia sempre amore, è l'amore è una cosa magnifica non importa se ami un maschio o una femmina. E' sempre amore! Volevo solo dire questo. E dire che quel ragazzo adesso è un angelo.

    RispondiElimina
  68. comunità assassina !
    chissà quelli che hanno insultato
    minacciato deriso quelli che non hanno
    difeso il minore in difficoltà come
    si saranno sentiti alla tragica notizia
    DELLE MERDE !!!?

    RispondiElimina
  69. ma allora non avete ancora capito un cazzo quante volte vi ho detto di non vedere differenze dove non ci sono di liberarvi dal'abitudine dai tabù che vi ammazzano e non vi fanno viviere in pieno la vita è il sistema lo ripeto che vi fà vedere diversi ovunque che vi fa odiare tra voi ma anche voi cazzo non usate il cervello per nulla che cosa pensate di dimostrare ferendovi tra voi sia chi attacca sia chi è ferito entrambe siete vittime del sistema e il ferito spesso ha qualcosa in più di te ha scelto di essere se stesso tu no oe sei un perdente e lo sei anche perchè non metti in gioco te e i tuoi pensieri vivi del banale vuoi comportarti come un bambino capriccioso e vuoi apparire grosso duro vuoi primeggiare non è così la vita la civiltà se continuerete così per voi non ci sarà futuro lo sapete benissimo che tutto questo sentimento depressivo è il vostro quotidiano lo sapete benissimo se ci pensate fin in fondo che è il sistema crato da vostri simili che vi fà vedere ciò che gli conviene che voi vediate facile puntare il dito ed insinuare su ciò che non conosci solo per sentirti vivo mentre dentro sei arido e vuoto ma non è ferendo gli altri che ti migliorerai che crescerai solo quando vi guarderete dentro smetterete di essere ipocriti quando vi unirete tra voi dimenticando le vostre guerre nate dalla banalità allora aprirete la mente pensaci eterosessuale homossessuale transgender cosa vi accomuna siete esseri umani e Io dico che l'essere umano per tutto ciò che state dimostrando non è affatto intelligente alle volte valete meno che delle amebe imparate ad elevarvi liberatevi dal inferno del sistema che vi opprime la mente e date risposte a tutte le vostre domande il vostro interrogativo è anch'esso parte della vostra sofferenza non sapete da dove venite chi siete la risposta c'è ma non è tempo ora se prima non accetti i tuoi simili come potrai realizzare che gli dei non sono dei e che la storia è da riscrivere e chi vi ha mentito non solo su noi ma anche su tutto ciò che vi riguarda sono vostri simili che tutto sono fuorchè delle guide sono delinquenti sadici assetati di "potere" sone dei fottuti bastardi vi stanno togliendo la dignità l'orgoglio la mente gente non lo dovete permetterlo e il tuo futuro cazzo ma cosa sei imbecille ho riesci a connettere il cervello cazzo!!! svegliati vai raduna le truppe e conbatti per il futuro fallo per te stesso per chi dici di amare per i tuoi posteri figli fallo per quel cazzo che vuoi ma fallo e in fretta!!! gente unitevi e abbatete il sistema ci siete quasi non mollate !!!!! *ALEJANDRO* L' E.T.

    RispondiElimina
  70. DONATO SALAMINO24 aprile 2012 16:17

    Credo che le parole non servano per cambiare il mondo. Se avete pensieri che possano aiutare la società a crescere, condividetelo con i vostri più vicini amici, parenti e così soltanto i vostri pensieri gireranno nelle porte delle persone e chissà si migliorerà qualcosa. Purtroppo questi bastardi omofobi esistono e esisteranno. Un bacio KENNETH <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dici non è affatto vero, dimentichi personaggi che anno lasciato il segno nella società e il tempo in cui hanno vissuto...Cito un solo nome Pasolini e tutta la letteratura, che io non leggo (per scelta) ma conosco l'esistenza.

      Ricorda che cambiare non significa eliminare e quindi ogni mezzo possibile per creare coscienza va assolutamente perseguito ed incoraggiato.

      Elimina
  71. fallucca Concetta24 aprile 2012 17:39

    Mi dispiace molto per il ragazzo e sono molto delusa nel sapere che nonostante, gli sforzi e le lotte per liberalizzare anche la propria identità sessuale, si continui ad avere un atteggiamento omofobo e razzista, da parte, in questo caso, di tutta una comunità. Parenti, amici e nemici che hanno pensato di poterlo prendere in giro, anche su facebook, determinando un bullismo ed un razzismo all'ennesima potenza. Era ovvio che, il ragazzo non avrebbe retto a tanta cattiveria, soprattutto perchè, pensava di trovare accettazione e comprensione da chi, invece, lo ha tradito.Mi piacerebbe sapere, qual'è stato il ruolo dei genitori in questo frangente e se lo sapevano, cosa hanno fatto? Almeno, cercare di parlare e dissuadere i parenti e gli amici almeno a lasciarlo in pace, giusto il tempo di allontanarsi e andare a vivere in un posto più dignitoso!Quanto mi dispiace, che un atto di coraggio e voglia di affermare il proprio essere, sia stato calpestato, deriso e umiliato per far credere che si è migliori di qualcun altro. Ad oggi, non ci sono scuse che reggono tanta crudeltà,perchè si conoscono bene e si sviluppano a scuola (o così dovrebbe essere) le conoscenze dell'etica civile e l'accettazione dell'altro diverso da noi. Però comprendo il paradosso, cioè che esiste, nonostante tanti sforzi, un alto grado di bullismo anche tra gli adulti e questo è sconfortante!

    RispondiElimina
  72. Amici? Perchè li avete chiamato amici. Gli amici non si comportano così, se vogliono davvero bene.
    Povero ragazzo, coraggioso e leale.Ha pagato con la vita l'ennesimo pregiudizio della gente cattiva ed ignorante. Che mondo...
    quanta gente falsa e crudele, mi chiedo da dove viene tutto questo accanimento? Penso e spero che kENNETH adesso abbia trovato la pace, e tutto l'amore di cui aveva bisogno. Un abbraccio Kenneth,
    non riesco a scrivere nulla perchè sono molto commossa.

    RispondiElimina
  73. mi associo alle tue parole.. si dovrebbero vergognare per carità!

    RispondiElimina
  74. piccolo tesoro spero ti arrivi il mio messaggio fin lassù,sono tanto triste per la tua scomparsa anche se nn ti conosco mi hai fatta piangere ,nn dovevi andartene nn stavi facendo nulla di male sono queste persone che tu credevi amici a dover scomparire dalla faccia della terra ,perche se sono in grado di indurre un ragazzino al suicidio e riescono ad avere tanta cattiveria nn cambieranno ,oggi hanno ucciso te domani potrebbero farlo ancora .........spero che tu riposi in pace dolce piccolo angelo ti mando un bacio fin lassù ...........

    RispondiElimina
  75. Io credo di essere fortunata tutti i miei amici l'hanno presa bene . .
    Ma comunque penso che sia più difficile per un ragazzo che per una ragazza . .

    RispondiElimina
  76. Sono mamma e sono nonna, quello che mi ferirebbe di più sarebbe sapere di avere un figlio o un nipote delinquente, bullo oppure assassino, la libertà ed il rispetto per la propria vita e quella altrui è ciò che ho cercato di trasmettere ai miei figli e mi auguro che loro lo facciano con i miei nipoti... Qui noi possiamo commentare ciò che vogliamo, esprimere tutti i pensieri migliori del mondo, ma ciò che resta è una madre che ha perso il proprio figlio x l'ignoranza di ragazzi "educati" da adulti che della parola rispetto forse ne hanno una vaga conoscenza, ed un ragazzo che potrebbe essere uno dei nostri figli che per lo stesso motivo si è tolto la vita... Non aggiungo altro... non avrebbe senso....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetto di dirti che io toglierei "di più", perchè è come dire che è peggio avere un figlio delinquente che uno con orientamento sessuale gay. Non è peggio, sono due cose neanche lontanamente paragonabili. Comunque penso che tu sia in assoluta buonafede

      Elimina
  77. Lascia che sia fiorito
    Signore, il suo sentiero
    quando a te la sua anima
    e al mondo la sua pelle
    dovrà riconsegnare
    quando verrà al tuo cielo
    là dove in pieno giorno
    risplendono le stelle.

    Quando attraverserà
    l'ultimo vecchio ponte
    ai suicidi dirà
    baciandoli alla fronte
    venite in Paradiso
    là dove vado anch'io
    perché non c'è l'inferno
    nel mondo del buon Dio.

    Fate che giunga a Voi
    con le sue ossa stanche
    seguito da migliaia
    di quelle facce bianche
    fate che a voi ritorni
    fra i morti per oltraggio
    che al cielo ed alla terra
    mostrarono il coraggio.

    Signori benpensanti
    spero non vi dispiaccia
    se in cielo, in mezzo ai Santi
    Dio, fra le sue braccia
    soffocherà il singhiozzo
    di quelle labbra smorte
    che all'odio e all'ignoranza
    preferirono la morte.

    Dio di misericordia
    il tuo bel Paradiso
    lo hai fatto soprattutto
    per chi non ha sorriso
    per quelli che han vissuto
    con la coscienza pura
    l'inferno esiste solo
    per chi ne ha paura.

    Meglio di lui nessuno
    mai ti potrà indicare
    gli errori di noi tutti
    che puoi e vuoi salvare.

    Ascolta la sua voce
    che ormai canta nel vento
    Dio di misericordia
    vedrai, sarai contento.

    Dio di misericordia
    vedrai, sarai contento.

    FABRIZIO DE' ANDRE', PREGHIERA DI GENNAIO

    RispondiElimina
  78. Ogni volta che ascoltiamo in silenzio un commento, una battuta o una frase omofoba siamo complici di questi omicidi :-(

    RispondiElimina
  79. ..Non ci sono parlole per descrivere qusti falliti..persone che con la violenza cercano di rinnegare se stessi..si perchè per lo più sono coloro che sentono la stessa attrazione..e che non hanno il coraggio di viverla, quindi odiano ferocemente chi invece sa accettarla con serentità....

    RispondiElimina
  80. io sono etero ma se fosse capitato a me di essere omosessuale degli altri non me ne sarebbe fregato nulla ma questo ragazzo bellissimo perdipiù era bello dentro e quindi un'anima candida troppo per questi assassini silenziosi fino a quando non ha retto più,ho tanti amici omossessuali uomini e donne ma non divido i miei amici in etero e omo ma solo amici e così sarà per sempre, in questi tempi che succeda una cosa del genere è molto grave e soprattutto assurdo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non riesco a mettere il nome sono Alice

    RispondiElimina
  81. Sono assolutamente senza parole. E' inutile parlare con chi non ha voglia di ascoltare. Di omofobi ne è pieno il mondo perchè il mondo è pieno di ignoranza e di persone che non sono in grado di togliersi i paraocchi.... VIVETE LA VOSTRA VITA SENZA SINDACARE QUELLA DEGLI ALTRI VISTO CHE OGNI ESSERE UMANO DEVE AVERE IL DIRITTO DI VIVERE LA SUA SENZA CHE UNO S*****O QUALUNQUE POSSA PERMETTERSI DI GIUDICARE!!!!

    RispondiElimina
  82. L'omosessualità, il lesbismo, la bisessualità, il travestitismo, la transessualità, la A-sessualità NON SONO FORME DI DIVERSITA' COME NON LO E' PREFERIRE DI MANGIARE CILIEGE INVECE CHE FRAGOLE. Sono preferenze, gusti se volete, sessuali E BASTA!!!!!
    Il bullismo omofobo non è paura della diversità è frutto di una società razzista e machista che base le proprie fondamenta sull'ossessione verso il sesso e le sue forme espressive, e che opprime in nome di un dio o di un partito politico .... il bullismo omofobo E' RAZZISMO e nasce nelle famiglie, nei programmi televisivi che i genitori lasciano vedere spesso da soli perché troppo occuapati a lavorare per acquistare cose inuitili, dove il gay è sempre una macchietta od o un pedofilo o una persona con problemi affettivi senza relazione stabile, il bisex un ninfomane, il transgender un/una puttana, il travestito una persona ridicola se va bene altrimenti una specie di pazzo con problemi irrisolti con la madre, la lesbica una camionista, l'A-sessuale una specie di zombie con problemi di violenza alle spalle ... e l'eterosessuale è una santa bambina morta per difendere la sua verginità!!!!
    Kenneth Weishuhn era solo un ragazzo di 15 anni, in un'età orrenda dove l'accettazione di sè dipende soprattutto dall'accettazione di sè da parte degli altri.
    A Kenneth Weishuhn era stato fatto credere che ERA DIVERSO ... talmente diverso da dover confidare la propria diversità .... QUESTO E' ORRENDO ...
    Kenneth Weishuhn NON ERA DIVERSO e non doveva pensare di esserlo ...
    Kenneth Weishuhn aveva gli occhi di un angelo e il sorriso pulito ...
    Kenneth Weishuhn non si è ucciso, non lo hanno ucciso i suoi amici, non lo ha ucciso una famiglia che non ha compreso la gravità del suo disagio ... LO AVETE UCCISO VOI TUTTI INSIEME ... ogni volta che ridete su una barzelletta omofoba (e con omofobia includo tutti i di cui sopra), che non uscite da un cinema per un film dai contenuti ambigui, ogni volta che fate spallucce perchè due ragazzi/e si baciano, ogni volta che catalogate le persone secondo i loro gusti sessuali, o che chiedete all'amico/a, ma è gay?

    Kenneth Weishuhn E' UN MARTIRE della vostra borghese società dove "ogni cosa deve avere un posto ed un posto per ogni cosa".

    Kenneth grazie di essere vissuto!
    Che possa tu proteggere e guidare coloro che vivono ogni giorno quell'angoscia che tu hai conosciuto! R.I.P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DEDICO IL 25 APRILE, GIORNO DI LIBERAZIONE NAZIONALE DAL NAZI-FASCISMO E DALL'ODIO, A KENNETH E A TUTTE LE PERSONE CHE COME LUI SOFFRONO BULLISMO E INGIURIE SOLO PER COME SI SENTONO DI AMARE NEL CUORE... DEDICO IL 25 APRILE, A COLORO CHE COME KENNETH SI SONO TOLTI LA VITA, O SONO STATI MASSACRATI/E BRUTALMENTE, INCAPACI DI REGGERE L'UMILIAZIONE PUBBLICA PERCHE' LASCIATI/E A LORO STESSI/E... DEDICO IL 25 APRILE A TUTTI/E COLORO CHE, COME ME, HANNO IL CORAGGIO DI DIRE NO ALL'OMOFOBIA E AD ALTRE INGIUSTIZIE SOCIALI... COMBATTIAMO LA NOSTRA BATTAGLIA PER KENNETH...

      P.S. FELICE DI ESSERE UNA DONNA CHE SENTE DI AMARE LE DONNE!!!!

      Elimina
  83. NoNTiSCoRDaRDiMe25 aprile 2012 08:51

    R.'.I.'.P.'.
    Di più non si può dire ma tanto si deve invece fare. Facta non verba. Amen.

    RispondiElimina
  84. Certo che la follia e la stupidità arrivano a dei livelli.. OGNUNO DI NOI ha il diritto di amare!!! Indipendentemente dal sesso, dalla carnagione, dall'altezza, dal colore degli occhi ecc... Non pensavo che esistesse tanta crudeltà. L'unica cosa che rimane da dire è RIPOSA IN PACE UOMO!
    <3

    RispondiElimina
  85. Queste cose, nel nostro secolo, non dovrebbero neanche accadere. L'uomo si sente forte, invincibile, ma deve fare i conti con la sua debolezza, la fragilità della sua mente, che lo costringe a giudicare gli altri e la realtà, senza motivo. Spero che questa disgrazia, possa far capire ai veri uomini, chi sono veramente, e combattere perchè tutto questo non succeda mai più. Cristina.

    RispondiElimina
  86. NN ci sono paroleee!! Questa è una società di merdaaa!!! Chi stabilisce chi e cosa è normale? Solo perchè la massa va in una sola direzione ciò nn significa che la direzione sia giusa!!! Siamo tutti uguali!!! <3

    RispondiElimina
  87. mi auguro vivamente che dopo di questa non ci siano altre UN bacio Kenneth! oggi sei il mio eroe, mi auguro presto che l'omofobia venga riconosciuta per quel che è : violazione dei diritti umani !!! e perseguita penalmente... e le religioni la smettessero di rompere, ed inizino con una nuova cultura . Trova pace Kenneth ! Tony.

    RispondiElimina
  88. Un eroe...Non ho parole, è una cosa orribile. Ma non buttarti già perchè sei un bellissimo ragazzo! ;) sono solo invidiosi del tuo coraggio!

    RispondiElimina
  89. sono molto molto addolorata nell' apprendere queste notizie,come madre e come essere civile,ma di una cosa sono certa che fossi stata io la madre di quella creatura spenderi il resto della mia vita a perseguitare questi cosidetti amici etero un abbraccio ai suoi cari

    RispondiElimina
  90. queste sono cose che fanno davvero male... RIP

    RispondiElimina
  91. So' che quello che dico potrà sembrare estremo ed anche un po' crudele, ma dovrebbero pubblicare su questo sito i NOMI dei suoi UCCISORI, solo in questo modo potrebbero avere una mera percezione di quello che significa essere messi al "bando"!!

    RispondiElimina
  92. Mi indigna sapere di vivere in un mondo che ancora non conosce la bellezza e la forza di tutte le diversità. Siamo ancora al livello barbarico dell'esclusione. Vorrei vivere in un mondo in cui tutti possano essere liberamente ciò che sono. Alessandra.

    RispondiElimina
  93. povero figlio, chissà cosa avrà sentito prima di togliersi la vita! chissà quale dolore! personalmente amo la diversità, la trovo interessante e adoro gli omosessuali per la loro sensibilità al di là dell'ordinario. non mi piace ma la tollero la mediocrità ma non quando è causa di simili tragedie. ciao piccolo

    RispondiElimina
  94. Indignata, non c'è altro da dire.
    Voglio però dire che NIENTE e NESSUNO merita che un essere umano si tolga la vita.
    Che ognuno viva la propria sessualità come meglio crede.

    RispondiElimina
  95. Sono così atterrita da quanto è successo che non ho parole per commentare..Posso solo dire che sono sempre i più deboli, i più sensibili, i più emarginati a pagare e a subire le ingiustizie di questo mondo senza scrupoli, in questo mondo che non è più umano, in questo mondo che non è altro che fonte inesauribile di male e sofferenza.
    Spero solo che chi ha causato la morte di questo ragazzo possa davvero riflettere sull'accaduto e capire che la diversità non esiste bensì sono essi a crearla. Chissà magari un giorno queste persone avranno dei figli omosessuali e allora si che capiranno cosa significa sentirsi odiati per le proprie preferenze sessuali.
    E spero con tutto il cuore che questo piccolo angelo sia felice lassù e possa sentirsi libero e accettato.
    Ciao Kenneth, aiutaci tu dal cielo a rendere vivibile questo schifo di mondo!!!!
    Un abbraccio forte alla sua famiglia che ora soffre per la sua perdita.

    Iole <3

    RispondiElimina
  96. Superficialità, conformismo e stupidità hanno alimentato la mente di chi ha condotto questo ragazzo a interrompere la sua giovane vita. O Dio, che sei Amore, che hai accolto nella tua dimora Kenneth, ti prego, illumina quelle menti ottenebrate da terribili pregiudizi e compi un miracolo: fa loro dono dell'amore; quell'amore che ti fa guardare ad ogni tuo simile come un fratello, senza pregiudizi di nessun genere, degno sempre della tua stima e del tuo massimo rispetto...Kenneth ti amiamo e speriamo che sacrifici come il tuo servano a compiere questo miracolo!

    RispondiElimina
  97. purtroppo non esistono parole per poter colmare il dolore di chi era vicino a questo ragazzo, troppo spesso si vedono persone che essendo in gruppo si sentono in diritto di far del male, di denigrare, di prendere in giro, persone senza palle, che non hanno il coraggio di affrontare la vita a testa alta, perche' solo in gruppo si sentono grandi, mentre sono solo pezzi di un nucleo di merda

    RispondiElimina
  98. So di essere cattiva per ciò che dico ma mi auguro che ogni responsabile del suicidio del ragazzo abbia in futuro un figlio omosessuale. credo che solo così potrebbero pentirsi del male fatto.

    RispondiElimina
  99. Ma perchè non si è liberi di vivere la vita così come uno sente di doverla vivere, senza dover render conto a nessuno di ciò che si è o di cosa si voglia.La vita è troppo breve, se ci soffermassimo un pò di più a riflettere su questo e meno a pensare su come danneggiare e deridere gli altri, forse vivremmo tutti quanti un pò meglio

    RispondiElimina
  100. Che cosa triste...orrendo pensarsi migliori di altri,ingiustificabile il comportamento dei ragazzini,non è possibile pensare che un ragazzo nel pieno della vita possa arrivare ad un gesto così estremo per colpa della cattiveria degli altri......

    RispondiElimina
  101. Il mondo è uno schifo. E l'ignoranza e la cattiveria sono il male del mondo. Spero che la tua morte non risulti invana, ma insegni qualcosa a chi ha bisogno di imparare che cos'è il rispetto verso il prossimo.

    RispondiElimina
  102. Purtroppo la società non capisce ancora che i gay non sono mostri, mma persone umane con un cuore e dei sentimenti come noi. Certo che la mamma dei cretini è davvero e putroppo sempre incinta!

    RispondiElimina
  103. che mondo di merda...
    Io per primo ho una paura pazzesca di dirmi gay, perchè so che tutti quelli che mi circondano non accetterebbero!

    Ma io non capisco una cosa...quello che mi piace fare nella mia camera da letto è così importante agli occhi della gente?

    In un mondo così schifoso dove vediamo morire di fame i nostri vicini, o suicidarsi i nostri amici....pensiamo ancora che i gusti sessuali, la diversa religione, o il colore della pelle, siano fondamentali per decidere se accettare o no una persona?

    RispondiElimina
  104. Fino a che non avremo la libertà e la dignità di chiamarci esseri umani, non avremmo modo di rompere le catene invisibili della sofferenze e della disuguaglianza, in tutte le sue forme.

    GG

    RispondiElimina
  105. rip giovane adolescente che per aver aver fatto notare alla gente veramente come sei!!!!! normale ma la gente è stupida, cattiva, ignorante nn hai avuto la forza di reagire forse per la gioventù,perchè si è troppo buoni, dolci, sensibili, so che la vendetta non è il migliore motivo per sanare il dolore ma esiste la legge..... MOBBING si chiama........

    un grande bacio

    RispondiElimina
  106. Non ci sono commenti da fare!!! E' assurdo quello che è accaduto a questo povero ragazzo solo perchè era diverso dagli altri. L'ignoranza brutta! e la gente è cattiva!!
    RP

    RispondiElimina
  107. come si fa a commentare ? la tupidita' della gente non ha limiti questi ragazzi che hanno attuato questo dovrebbero essere processati come adulti buttati in galera a marcire loro e loro famiglie che non gli hanno insegnato alcuni valori della vita come tolleranza il rispetto spero che vi si bruci il cervello

    RispondiElimina
  108. E' poco dire che l' ignoranza uccide. E' triste leggere, sapere certe cose, fa proprio male all' anima di tutti noi. Fa male sapere che purtroppo il mondo è cambiato, e i valori a cui erano legati i nostri nonni e genitori non ci sono più tra i giovani di oggi. Certe persone che arrivano a tanto non sanno neanche cosa sia il pentimento o il rimorso credo. Vorrei dire molto altro, ma questa notizia mi toglie le parole, non ci riesco.

    RispondiElimina
  109. Che dire????????' Beh io proporrei di superare le sovrastrutture, il provincialismo, le discriminazioni, nel mondo siamo TUTTI UGUALIE DIVERSI ALLO STESSO TEMPO............. SIAMO TUTTI DIVERSI.......... non dimenticatelo...........TUTTI!!!

    RispondiElimina
  110. CHI DOVEVA DIFENDERLO NON L'HA FATTO!I DOCENTI E LA POLIZIA ERANO AL SUO FIANCO?GLI STRUMENTI C'ERANO ,NON DOVEVANO PERMETTERE CHE VENISSE TORTURATO!SI DOVRANNO VERGOGNARE PER IL DOLORE CHE GLI HANNO INFLITTO LE BESTIE CHIAMATI "UMANI"

    RispondiElimina
  111. CHI E' PIU' COLPEVOLE DI CIO' E' CHIESA CHE E' LA PIU' OMOFOBA DELLA ISTITUZIONI
    AL BANDO LA CHIESA

    RispondiElimina
  112. Verrà un giorno in cui l'umano sarà realmente umano?!? Per ora, cari i nostri "umani", non ci siamo e non ci saremo fintanto che non riusciremo a mettere in atto la sospensione del giudizio, quello che i greci chiamavano epochè. L'humanitas, così tanto agognata dall'uomo nel corso della storia delle grandi civiltà, ha trovato muri invalicabili, prima di tutto in quella primitività uomo-animale che non siamo riusciti a comprendere. Forse non c'era nulla da superare in quell'animalità acquisita nei primordi della nostra esistenza, forse andava solamente accettata. Questo avrebbe fatto sì che quella parte di ombra che appartiene all'uomo (che ci piaccia o no), non fosse giudicata negativamente come parte da ripudiare, ma, una volta integrata, avrebbe dato la possibilità a tutti noi di vedere tutte le possibili sfumature del divenire umano, cosa questa impossibile se si giudica. E allora è altresì importante definire evoluzione umana come, secondo me,capacità dell'uomo di sospendere il giudizio. <3 <3 <3

    RispondiElimina
  113. Non basta indignarsi per questi episodi,bisogna iniziare ad insegnare sia a scuola che in famiglia il rispetto e la comprensione per i loro coetanei e gli adulti ,diversi o non

    RispondiElimina
  114. un pensiero per lui

    RispondiElimina
  115. fight always for LOVE..don't show that you are weak because of their insults..they are so poor and you are so rich..don't open your mind to them otherwise you give them power..listen only your heart..and remind the 99% of world is with you ;)

    RispondiElimina
  116. rimango basito e guardando la foto vedo un Angelo . Che dire ...spero che le persone si rendano conto di ciò che hanno fatto e rimangano con la coscienza di un perdono che non arriverà mai .Caro Kenneth Weishuhn che l'amore di Dio possa darti un'eterno essere cio che vuoi . i love you ... Claud Rossi ( facebook )

    RispondiElimina
  117. ora sei un angelo, ma lasciatelo dire lo stesso: non eri tu a doverti vergognare, ma chi "ti ha suicidato", gente senz'anima che non dovrebbe più avere il coraggio di guardarsi allo specchio. e purtroppo chissà quanti altri hanno vissuto e vivono la tua stessa storia e chissà quanti altri genitori piangono ingiustamente il proprio figlio! mi dispiace, avrei voluto conoscerti, per starti accanto, per dirti che la tua vita valeva di esser vissuta in pieno!

    RispondiElimina
  118. Povero cucciolo, avrei voluto essere li per abbracciarti, proteggerti, farti capire che saresti stato amato, evitarti questa fine assurda :(

    RispondiElimina