Holding Trevor: E se fosse tuo figlio ?

26 gennaio 2012

E se fosse tuo figlio ?



Philip Parker. Questo ragazzo, quattordicenne, la scorsa settimana per i gravi e ripetuti atti di bullismo cui era vittima a scuola, a causa della sua omosessualità dichiarata, si è tolto la vita. Non è riuscito a sopportare un mondo che non solo non lo accettava, ma che lo maltrattava, gli impediva di vivere una vita serena, una vita normale, una vita tranquilla. Sono tanti, troppi, i casi come questo.Molti di essi, in società meno democratiche e dove le menti sono forse meno ricettive, vengono taciuti. Eppure non sono suicidi, ma omicidi sociali. E se fosse nostro figlio ? Se fosse un nostro nipote, fratello o uno dei nostri più cari amici ? Non possiamo far finta di nulla e abbandonare la notizia in una lista di news su un sito a tematica prettamente omosessuale, questa storia deve circolare, deve toccare il cuore delle persone, farle riflettere.. Affinchè qualcosa cambi, affinchè un domani un ragazzo come Philip possa crescere senza dover affrontare fisicamente e spiritualmente una società che gli è avversa, CONDIVIDIAMO !

Abbiamo pubblicato questa notizia ieri nella nostra pagina Facebook, per farle avere maggiore visibilità la inseriamo anche nel blog. Ci piacerebbe che chi la leggesse lasciasse un suo pensiero, un commento. Che una vita venga spezzata così presto, per una quotidianità atroce, è insopportabile. 

60 commenti:

  1. sono senza parole.....queste cose non dovrebbero mai accadere, il mio pensiero al dolore che ha provato e a quello che stanno provando i genitori <3

    RispondiElimina
  2. avessi un amico omofobo, non sarebbe mio amico.
    è moralmente necessario se non obbligatorio prendere posizione. su questo sono estremamente rigida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. io trovo ripugnante quanto accaduto. l'espressione di un società malata, falsa, e di genitori che ancora non ce la fanno ad educare i propri figli alla diversità, al rispetto di ogni forma di vita qualsiasi essa sia, senza giudicare, senza calpestare. mi sembra di vivere in un mondo dove l'amore per le persone e per la vita sia un optional!!!!

      Elimina
  3. Il mondo è pieno di persone che vengono quotidianamente discriminate perchè considerate "diverse".....ma diverse da chi????Ogni essere umano infondo è diverso dall'altro....e menomale altrimenti sai che noia! L'omosessualità fa parte della vita..è semplicemente un altro modo con cui si esprime l'amore. Ma i pregiudizi sono ancora troppi e troppo pericolosi perchè possono incidere definitivamente nell'animo di chi viene additato come "diverso" e provocare profonde voragini. Viva le diversità...perchè sono il sale della vita.

    RispondiElimina
  4. Qello che più mi fa stare male oltre la tragedia di questo ragazzo è l'idiferenza di chi lo doveva stare a sentire, stiamo attenti noi genitore a capire ogni piccolo cambiamento dei nostri ragazzi
    Perchè un pò di colpa in questi eppisodi l'abbiamo anche noi, presi dalla vita e dalla frenesia non abbiamo più tempo da dedicare ai nostri atti d'amore perche ogni figlio è un atto d'amore, e poi gli piagiamo.
    Educhiamo i nostri figli ad amare le persone per quello che sono non per le lore inclinazioni sessuali, insegniamo che il sesso non è la cosa principale di una persona ma solo una delle tante qualità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te tutto parte dalla famiglia.. come sempre in una società.. e poi la scuola dovrebbe fare la sua parte... ma in paesi bigotti come gli Usa (e l'Italia) guai parlare di omosessualità.. e quindi ci resta solo la famiglia.. ognuno nel suo piccolo deve fare la sua parte...

      Elimina
  5. ho avuto tanti amici con preferenze sessuali non conformi alle regole sono migliori delle persone comuni ,sono più sensibili,onesti ,hanno sentimenti veri e se ti sono amici la loro è una vera amicizia !!
    Quindi il dovere di proteggerli e far capire alla gente che sono prima di tutto persone normali e non diverse !

    RispondiElimina
  6. L ignoranza e' uno dei mail di questo mondo....Alle persone che lo hanno preso in giro ho che lo hanno portato poi ad un gesto del genere dico solo questo : la vostra e' solo paura....ma un giorno ne pagherete le conseguenze... E' la legge della vita ...ovunque tu sei dolce Philip ....non preoccuparti perche' avrai il modo di riscattarti... Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. La diffidenza verso qualcosa che riteniamo diversa da noi può essere "normale",come la diffidenza di chi è diverso da noi.. essere tutti uguali e tutti "normali"(??)...ci trasformerebbe in ciò che non siamo, compromettendo la nostra stessa sopravvivenza....la mia paura più grande??..svegliarmi un giorno e scoprire che tutti sono normalmente uguali...stessa altezza,colore,peso,forza,simpatia,bellezza,sessualità....ecc...ecc...la cosa che mi rattrista maggiormente è sapere che la tua importante e preziosa(per l'umanità intera)"diversità" è stata buttata via grazie alla violenza della stupida ignoranza....riposa in pace dolce e prezioso Philip

    RispondiElimina
  8. ADESSO CHE SEI UN ANGELO VEGLIA SU CHI SOFFRE IN SILENZIO, DAI LORO LA FORZA DI NON RICORRERE AD UN GESTO ESTREMO COME IL TUO! CHE LA TUA SOFFERENZA POSSA AIUTARE LA GENTE STUPIDA A COMPRENDERE CHE LA DIFFERENZA è SOLO FONTE DI RICCHEZZA!

    RispondiElimina
  9. ...it's shocking how cruel people can be and that human rights are nothing but empty phrases. I feel compassion for Phillip's family...and I am sad that there was no way out for him...
    What a senselessness to see a young life had been erased for nothing but the fun of some stupid sons and daughters of homophobians!

    Rest in peace dear Phillip, sure you are in a better place now..!
    Irena

    RispondiElimina
  10. SERGIO.GILIOLI@GMAIL.COM28 gennaio 2012 08:49

    EPISODI DI BULLISMO CHE MORTIFICA e umilia pubblicamente L’OMOSESSUALITà ANCHE NELLE AULE SCOLASTICHE NE ABBIAMO TUTTI DAVANTI AGLI OCCHI. HO SPERIMENTATO PER LUNGHI ANNI CHE IL PREGIUDIZIO, IL DISPREZZO E TALVOLTA ADDIRITTURA LA DISCRIMINAZIONE SOVENTE VENGONO ALIMENTATI DALLA CULTURA DI ALCUNE FAMIGLIE DEGLI STESSI ALUNNI. LA SCUOLA è impegnata su questo tema in una battaglia educativa delicata e dura. talvolta purtroppo perdente contro l’opinione esterna pervasiva e spesso di fatto imperforabile dagli sforzi educativi.

    RispondiElimina
  11. Morto solo perchè era considerato diverso. Ma cosa significa la parola "diverso" ormai in questo mondo? Siamo noi uomini la diversità, sta nella natura umana essere unici al mondo e mi dispiace che ancora nel 2012 succedano episodi del genere. Un abbracio alla famiglia! Cris.

    RispondiElimina
  12. PURTOPPO LA NOSTRA SOCIETà NON OSTANTE MIGLIORIAMO SULLE TECNOLOGIE NON MIGLIORA SULL'IGNORANZA DELLA GENTE CALCOLATE E LO POSSO CONFERMARE SULLA MIE PELLE PURTROPPO SONO UNA RAGAZZA DI ORIGINI RUSSE SONO STATA ADOTTATA E NON OSTANTE CHE VIVO IN ITALIA DA 12 ANNI PARLO ITALIANO VENGO ADDITATA E INSULTATA CONTINUAMENTE DA PICCOLA NE SOFFRIVO ADESSO NO PERò QUELLA KE ATTUALMENTE NE RISENTE è MIA FIGLIA PERCHè VIENE INSULTATA COME FIGLIA DI (POLACCA) PER CIO PROSTITUTA.... SCUSATE DEL TERMINE MA è COSI CHE CERTA GENTE IGNORANTE REPUTA NOI STRANIERI ... IO SONO ITALO_RUSSA MADRE E MOGLIE E QUELLO CHE MI PREOCUPA è CHE QUESTA GENTE POSSA CREARE UN COMPLESSO IN MIA FIGLIA SOLO X LE NOSTRE ORIGINI .... CIRCA 3 GIORI FA è TORNATA DALLA SCUOLA IN LACRIME PERCHè UN AMICHETTO LE AVEVA SPUTATO IN FACCIA INSULTANDOLA .. CREDETEMI LE HO VISSUTE ACHE IO QUESTE COSE E MI FA MALE VEDERE MIA VIGLIA CHE HA PAURA DI ANDARE A SCUOLA MA SO CHE PUTROPPO LA NOSTRA SOCIETA SU QUESTI ARGOMENTI COME OMOSESSUALITà, RAZISMO ED ALTRO NON CAMBIERà MAI ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le tue parole mi fanno soffrire profondamente.. perchè so che non bastano mille persone amichevoli a sanare il dolore causato da un ignorante.. sappi però purtroppo la sofferenza ci modella e ci rende speciali e che proprio come te anche tua figlia sta diventando una persona speciale che potrà trasmettere tanto a chi le sta accanto..

      Elimina
  13. Povera creatura, piango per lui come fosse mio figlio. Riposi in pace, almeno adesso ! <3

    RispondiElimina
  14. ma perchè esiste tanta cattiveria nel mondo...? cosa ce di male ad amare persone dello stesso sesso ? ERA SOLAMENTE UN RAGAZZO DI QUATTORDICI ANNI.... aveva una vita d'avanti ....

    RispondiElimina
  15. Omofobia... Chi ha deciso ció! L'ignoranza radicata nel razzismo piú profondo.... Tutte le persone omofone, razziste mi fanno schifo! Questo povero ragazzo è nelle vostre coscienze miserevoli di affetto e comprensione che tradotto si chiama amore per il prossimo.

    RispondiElimina
  16. INfatti, ho visto i video dei ragazzi gay impiccati in iran come dei comuni delinquenti, solo perchè gay.... atroce, con le madri lì che piangevano.. come si fa a fare cose del genere? Ma quanto può esser cattivo l'uomo? Non ho parole, spero che il futuro, la condivisione della cultura via internet e la globalizzazione portino qualcosa di positivo in questo senso, io non posso accettare queste cose.. ne sono terrorizzato.

    RispondiElimina
  17. Strani Frutti
    anche questi come i neri impiccati agli alberi
    frutti sensibili e indifesi
    per questo le bestie li abbattono
    Vigliacchi

    RispondiElimina
  18. mi piacerebbe pensare che se fosse mio figlio saprei appoggiarlo per reagire. Ma la realtà è che se realmente ci indignassimo fuori dalle pagine internet, dovremmo disapprovare tutte le battute, i modi di dire, le barzellette che sentiamo su omosessuali, ebrei, negri, donne... e iniziare a cambiare le cose. Altrimenti, purtroppo, ci saranno altri Philip e la colpa sarà nostra. Come nostra è la colpa della disperazione di Philip

    RispondiElimina
  19. Il problema non era nè lui,nè suo...è la gente che allontana ciò di cui ha paura. Il problema è l'ignoranza. Ho un figlio della sua età e soffro ogni volta che leggo queste cose. Philip per pochi stupidi che ti hanno ferito tante persone ti amano...forse adesso però non ti serve più.

    RispondiElimina
  20. Non poer essere se stessi per far piacere a questa società di merda,Philip Parker ha detto no a scelto di essee se stesso,ed ha pagato questa scelta con la vita,tu sei un piccolo eroe.
    Spero che la tua morte serva per far pariche che la discriminazione è una cosa inutilee da idioti;ciao Philip adessoi in paradiso potr<i essere felice.

    RispondiElimina
  21. LUCREZIA PARISSENTI31 gennaio 2012 21:44

    CONDOGLIANZE PER I GENITORI DI QUESTO RAGAZZO E DI TUTTI I RAGAZZI CHE HANNO DOVUTO SUBIRE SIMILI TORTURE ....LE PERSONE CHE NON L'ACCETTANO AVRANNO PURE I PROPRI MOTIVI MA FERIRE PSICOLOGICAMENTE E FISICAMENTE QUALCUNO SOLO PERCHE' NON E' INTERESSATO COME TE ALL'ALTRO SESSO FA DI TE UN IGNORANTE QUINDI SE NON LO ACCETTI E' UNA TUA SCELTA MA NON FERIRE MAI NESSUNO !!!!!

    RispondiElimina
  22. magari fosse stato mio figlio.....bello come un angelo..ciao

    RispondiElimina
  23. Diachiarazione dei diritti dell'uomo.
    Articolo 1
    Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

    Articolo 2
    1. Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciati nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
    2. Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del Paese o del territorio cui una persona appartiene, sia che tale Paese o territorio sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità.

    Articolo 3
    Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.

    ......Riflettiamo!!!!

    RispondiElimina
  24. Chi di voi e' senza peccato scagli la prima pietra!! La condanna sociale e ottusa di societa' come le nostre porta a questo....elimina il debole x affermare la propria sgradevole supremazia di perbenismo e moralita' ma in realta: marcisce nei suoi bianchi e candidi vestiti!!!

    RispondiElimina
  25. Potrebbe essere mio figlio!
    Mi auguro che in futuro storie come queste non debbano essere più ascoltate.
    Condoglianze alla famiglia.

    RispondiElimina
  26. Il bullismo é una realtà che non riguarda solo gli USA, ma tutto il mondo. Anche in Italia questo fenomeno sta dilagando anche se i media se ne occupano solo quando SCOPPIA un caso eclatante... Il bullismo nasce dalla cattiva educazione impartita ai giovani dagli adulti, dalla famiglia, dalla scuola..... Succede che le vittime del bullismo a scuola non siano solo i giovani, i compagni, gli amici, ma anche gli insegnanti... RIFLETTIAMOCI... Non é un fenomeno da sottovalutare. Il povero Philip Parker evidentemente é stato lasciato solo... La famiglia, nessuno ha capito il dramma che stava vivendo. Un'altra giovane vita é stata "spenta" dalla malvagità e dalla stupidità "umana".... (rita)

    RispondiElimina
  27. Tutto avviene su come da bambini si viene educati.Chi sono gli insegnanti che stanno dietro le cattedre ? Voi ritenute giusto che insegnanti non autorizzati,come quelli di religione dica che che DIO ha creato l'uomo e la donna escludendo gli Omosessuali? Sono sempre esistiti dai tempi di Adamo ed Eva;Anche la bibbia sulla genesi la rivela,solamente che l'hanno tenuto nascosto. E quindi hanno sempre fatto il modo di dire che l'omosessualita' fosse una malattia da curare. Ma non è cosi',credo che noi tutti dobbiamo avere rispetto per ogni essere vivente sulla terra,senza discriminazioni di sesso o di razza. Amare e Amatevi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sappiamo bene che lo stupro è stato, ed è spesso usato come strumento di potere, a livello individuale e collettivo, come ci ricorda la tragedia degli stupri di massa nella ex Jugoslavia, Infine, è bene ricordare che, anche in epoca moderna, in caserme, carceri, campi di concentramento, collegi, bande giovanili, lo stupro di uomini etero o omosessuali da parte di maschi eterosessuali è stato ed è praticato spesso, non per soddisfare un istinto sessuale, ma come strumento per infliggere dolore, provocare vergogna, asserire il proprio disprezzo e affermare il proprio potere sulla vittima. La violenza che i sodomiti volevano praticare sugli stranieri è espressione del loro odio per il diverso, che dei loro costumi sessuali.

      Elimina
  28. nessuna umana pietà.... questo è lo slogan sempre più in voga. Non voglio fare facili commenti, credo che il titolo si commenti da solo: SE FOSSE TUO FIGLIO?.....come siamo diversi quando la cosa ci tocca personalmente vero? cambiano i confini della morale e del giudizio.... vogliamo smettere di essere ciechi, sordi e muti dentro il nostro giardino di comodità? Potrebbe toccare a noi domani e vorremmo sicuramente essere compresi e avere giustizia no?

    RispondiElimina
  29. La scuola è una gogna, io ho vissuto sulla mia pelle, x altri motii il bullismo,è veramente una cosa che a quell'età ti può far realmente pensare che devi farla finita.Col senno di poi la soluzione si trova a tutto senza gesti estremi.
    NON è GIUSTO MORIRE PER LA CATTIVERIA E L IGNORANZA DELLA GENTE

    RispondiElimina
  30. Tutti coloro che si scagliano contro ciò che è nuovo, differente, non conforme ma al tempo stesso non lede libertà alcuna andrebbero combattuti (mentalmente) con forza e passione, dovunque essi siano e per quanto consolidati e 'comuni' possano essere.

    RispondiElimina
  31. flavia madaschi1 febbraio 2012 14:29

    ho un figlio gay e sono responsabile a Bologna di Agedo(associazione genitori di omosessuali)quando sento queste notizie oltre il dolore sento anche una grande rabbia,rabbia per una società che considera gli omosessuali diversi,rabbia perchè impedisce di parlare di omossesualità e sessualità nelle scuole,rabbia per i troppi genitori che si vergognano di avere dei figli omosessuali.
    Flavia Madaschi

    RispondiElimina
  32. Di BULLI nella mia vita ne ho incontrati molti. Tanti sono bulli per il piacere di esserlo, perché cercano il capo espiatorio e perché devono apparire forti e spavaldi. Spesso molti di questi bulli sono quelli che hanno mille insicurezze dentro e tanti ancora sono quelli viziati che hanno avuto tutto e si sentono chissà che cosa. I bulli li incontri a scuola, li incontri in collegio, li incontri quando andavi al militare e li incontri anche nella vita di ogni giorno. Con tanta amarezza ho potuto capire una cosa comunque. Tanti di questi bulli che ti disturbano per il piacere di farlo, nel momento in cui qualcuno gli ha spaccato il MUSO o qualche altra cosa, si sono ricreduti ed hanno cominciato a trattarti con i guanti bianchi. Con questo non dico che è giusto fare violenza contro il prossimo, ma ho potuto realizzare che spesso e volentieri bisogna spaccare la faccia alla gente che nella vita non sa fare altro che dar fastidio agli altri. Spero di tutto cuore che non senta mai più storie come quelle che ho letto qui sopra. xxx Alex

    RispondiElimina
  33. se fosse mio figlio ? ne sarei stata ORGOGLIOSA!
    Roberta da Tento

    RispondiElimina
  34. Povero piccolo angelo...quando finiranno le persecuzioni per chi qualcuno che non sa vivere definisce diversi?, per Flavia e per tutti i genitori di ragazzi omessessuali..che spesso sono stupende creature dal cuore d'oro...un grande abbraccio

    RispondiElimina
  35. Mi ricorda una storia triste che mi è accaduto di persona.Erano le 2:30 circa di notte quando ero uscito da casa perche avevo terminato le sigarette;E stavo avviandomi verso il distributore,la citta' in cui e successo il fatto era Parigi a rue du four negli anni 80,quando un gruppo di ragazzi vestiti tutti di nero iniziarono a urlarmi e dicendomi parole offensive,di corsa riusci' a scappare e rifugiarmi in un locale sempre aperto di notte.Ricordo le loro faccie erano piene di odio e ridevano come matti

    RispondiElimina
  36. mio dio :/ povero :( io ho 16 anni e sono gay e posso capire quello che quel povero ragazzo deve aver passato :( ma è possibile nel 2012 che succedano ancora queste cose? non riesco a spiegarmi come IO (tralasciando che sono gay) riesca a capire che è necessario attivarsi contro questi avvenimenti,contro i suicidi di questi ragazzi ..praticamente bambini.. che sono necessarie leggi a tutela delle minoranze, che sono necessarie conferenze nelle scuole per spiegare ai giovani ma anche agli adulti che non bisogna discriminare...che le parole feriscono e dobbiamo assumercene la responsabilità...come fanno a non capirlo gli adulti?..i politici..gli insegnanti...ma soprattutto i genitori...insegnate ai vostri figli fin da subito a distinguere il bene dal male..il vero dal giusto..o i suicidi non finiranno mai :(

    RispondiElimina
  37. I PROFESSORI DOV'ERANO??????????? BASTA CON QUESTA MANCANZA DI ATTENZIONE CIRCA I COMPORTAMENTI! chi se ne frega dell'italiano, del latino, della matematica o di qualsiasi altra materia, se c'è il sentore di qualcosa del genere (E SE NON C?E' PURE E' GRAVE) le misure da prendere devono essere serie, sia di rimprovero, sospensione ecc, verso i colpevoli, sia di riparo, conforto e supporto rispetto a chi è stato colpito!
    sofia palleschi

    RispondiElimina
  38. MARIA STELLA PEGHETTI2 febbraio 2012 20:24

    "AFFINCHE' QUALCOSA UN DOMANI CAMBI". QUELLO CHE MI SCONFORTA E' CHE DOVREBBE ESSERE GIA' CAMBIATO DA IERI ED INVECE NON E' ANCORA SUCCESSO. BISOGNA SOLO VERGOGNARSI A DICHIARARE GLI ALTRI "DIVERSI" PERCHE', COME HA GIA' SCRITTO QUALCUNO, SIAMO TUTTI UNO DIVERSO DALL'ALTRO ED IO RIBADISCO: PER FORTUNA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' triste,tanto triste che ancora un ragazzo si sia dovuto togliere la Vita per cercare di leggittimare la propria "normalita". Il mio augurio e',nel rispetto del dolore della famiglia di questo ragazzo,che questa ennesima morte serva a qualcosa. Soprattutto a far riflettere chi ha spinto col proprio atteggiamento,questo povero ragazzo a commettere questo gesto estremo.
      Dimitri Alaimo

      Elimina
  39. è davvero un gesto disperato....una forma di essere che deve essere rispettata ma purtroppo non è ancora così! il mio pensiero è rivolto alla famiglia.

    RispondiElimina
  40. Mi dispiace molto per questo ragazzo e per tutti i ragazzi che sono morti per la stessa causa, l'omofobia nel 2012 dovrebbe essere considerata un reato, i bulli e tutti coloro che disprezzano le persone omosessuali, bisessuali, transessuali o anche di religione e colore diverso dal proprio dovrebbero pagare sulla propria pelle. Nessuno di queste persone che continuano ad attaccare inutilmente le minoranze o le persone che non hanno diritto, non sa cosa si prova perché loro hanno avuto la fortuna di nascere in una società dove il bianco, il cattolico o l'eterosessualità viene accettata tranquillamente. Io spero che un giorno tutti siano uguali a tutti e ovunque. Spero solo che tu stia bene ora, salutami il mio piccolo angelo che è morto per un altra causa. Il mio pensiero è rivolto alla famiglia.

    RispondiElimina
  41. Succede anche in Italia, dove i suicidi tra giovani omosessuali sono il triplo rispetto ai coetanei. Bisogna fare di più per tutti i giovani, soprattutto quelli che vengono perseguitati anche in famiglia e che a volte scappano di casa per finire a vivere sotto i ponti già da minorenni.

    RispondiElimina
  42. Philip Parker (14 anni, gennaio 2012), Jamie Hubley (15 anni, ottobre 2011), Jamey Rodemeyer (14 anni, settembre 2011) insieme a molti altri di cui si è scritto e chissà quanti altri di cui non si è saputo... Per quanto tempo ancora deve andare avanti questa strage?
    A

    RispondiElimina
  43. disarmare l' uomo/donna della sua stupidità è un'impresa epica quanto necessaria

    RispondiElimina
  44. l omofobia è ignoranza, e machismo,è il branco che maschera la sua vigliaccheria quando il suo singolo non farebbe nulla, è l impotente eterosessuale, il credere di dimostrare ad altri, attravero parole offensive e a volte azioni estreme verso un omossessuale, la propria forza virile e diversità,è maschilismo, è paura.in questo caso è omicidio sociale.perchè chi ha visto ha taciuto.non ha denunciato. e ha permesso che sentendosi solo e non accettato,si uccidesse, visto che nn era ancora protetto dall età (leggi: amicizie adeguate per sensibilità e maturità). Inoltre gli omosessuali sono prima di tutto Persone, e come tutti noi: figli/e del mondo. Ci sono persone brave e rispettose degli altri e cattive.Questo ragazzino sfotunato ha incontrato le seconde e le prime o non hanno visto o hanno taciuto senza aiutarlo.e forse non ha avuto fiducia di istituzini e famiglia pensando che neppure queste l avrebbero salvato proteggendolo e punendo i bulli che lo torturavano.le sofferenze psicologiche possono uccidere l anima e, come in questo caso,anche il corpo. by Lupalilla

    RispondiElimina
  45. Finché una parte del mondo continuerà a sentirsi TUTTO il mondo avremo sempre queste sciagure... La scomparsa di questo ragazzo, come di tantissimi altri, è sulla coscienza di chi pensa, parla e agisce male, credendo di avere ragione. È triste vedere persone che hanno bisogno di appoggiarsi a una divinità per non ammettere le proprie malefatte, la propria ignoranza, il proprio cinismo.
    Marco Vignolo Gargini
    http://marteau7927.wordpress.com/

    RispondiElimina
  46. povero piccolo angelo. . . :-(

    RispondiElimina
  47. Gli unici che dovrebbero morire sono i bulli che lo maltrattavano, dico solo questo. Riposa in pace.

    RispondiElimina
  48. sono senza parole condolianze alla famiglia

    RispondiElimina
  49. Purtroppo il diverso spaventa la mente degli ignoranti, che non capiscono quanta ricchezza invece ci può dare la diversità, quanto maturi possiamo diventare grazie all'incontro con il "diverso". la normalità non esiste, perché già tra di noi siamo diversi l'un l'altro. ed è proprio grazie a questo che secondo me cresciamo e diventiamo quello che siamo oggi e quello che saremo domani. La paura del diverso è dettata solo dall'ingnoranza. A parte che siamo tutti diversi come già ho detto, ma un omosessuale, una persona che proviene da un'etnia diversa dalla nostra che male può farci? che danno può farci? e chiudo dicendo che concordo con lo scrittore. Questo non è un suicidio, ma un omicidio sociale e i responsabili ne siamo "noi" (un noi puramente generico ovviamente) ... "noi ignoranti" che con la nostra paura abbiamo ucciso una persona.

    RispondiElimina
  50. ma il fatto è che nn c'è niente di diverso ad essere omosessuali. Gli omesessuali esistono fin dai tempi antichi molte persone famose nella storia lo erano e cn storia intendo tipo alessandro magno che gli storici hanno sempre creduto omosessuale e poi quardando cm succede anche nel mondo animale penso sempre di più che nn ci sia niente di innaturale

    RispondiElimina